• IL LIBRO

    La contemplazione di Dio nel silenzio dei chiostri

    «Alla scuola del silenzio» è un’antologia di autori certosini sulla contemplazione dei misteri divini nel silenzio dei chiostri. Da san Bruno a Guigo I e Guigo II, da Marguerite d’Oingt a Nicolò Albergati, da Lanspergio a Poisson, i brani proposti guidano il lettore in un personale itinerario ascetico alla ricerca del volto di Dio.

    • IL DISCORSO

    Globalità sì, globalismo no: il mondo dopo la pandemia

    L'emergenza della pandemia è stata usata spesso come pretesto per promuovere un'agenda globalista e imporre politiche altrimenti impossibili da fare accettare. Il globalismo è il contrario della globalità, realtà dell’unità del genere umano accomunato da un unico destino e caratterizzato da relazioni umane fondamentali per la sua vita. Pubblichiano il testo della conferenza tenuta da monsignor Giampaolo Crepaldi, arcivescovo di Trieste, lo scorso 19 maggio.

    • IN VIAGGIO CON ENEA/33

    Entra in scena l’eroina Camilla

    L’XI libro dell’Eneide celebra la grandezza dell’eroina Camilla, figlia del re dei Volsci Metabo, presentata da Virgilio alla fine dell’VIII libro.

    • LA MOSTRA

    Il “trasgressivo” Donatello inaugura la modernità

    La mostra storica e irripetibile Donatello, il Rinascimento”, allestita a Firenze a Palazzo Strozzi e al Bargello, ci presenta il grande scultore fiorentino come artefice di una rivoluzione artistica che si rifletterà su geni cinquecenteschi come Michelangelo e Raffaello, attraverso opere vibranti dell’audacia di sperimentare nuove tecniche e prospettive.

    • IL LIBRO

    La libertà di Maria secondo il cardinale Comastri

    Nel recente volume Cos’è la libertà. Te lo dice Maria, il cardinale Angelo Comastri riflette sul significato autentico della libertà, troppo spesso confusa con potere e arbitrio, sulla scia dell’‘Eccomi’ dell’umile serva del Signore.

    • A LUGLIO

    Teologia del Corpo, ecco la settimana formativa

    Continua il «Cammino del Bell’Amore», che ha lo scopo di divulgare la Teologia del Corpo di san Giovanni Paolo II. Famiglia, Chiesa, lavoro, biotecnologie, metodi naturali, educazione dei figli: sono i temi che verranno approfonditi in una settimana formativa a luglio, in provincia di Bergamo, con docenti di altissimo spessore. Aperte le iscrizioni.

    • LA VITA DI GESÙ NELL’ARTE / 21

    Il Buon Samaritano, come Cristo che ci soccorre

    I Padri della Chiesa ci hanno lasciato una lettura essenzialmente “cristologica” della parabola del Buon Samaritano, che raffigura Gesù, vero Dio e vero uomo, che viene in soccorso della nostra umanità. Tra le tante opere d’arte che raffigurano questa parabola, di grande interesse è un dipinto di Luca Giordano.
    - LA RICETTA: BRASATO DI PERNICE

    • LA RICETTA

    Brasato di pernice in stile toledano

    • IN VIAGGIO CON ENEA / 32

    Il culto ai morti anche in guerra

    Virgilio mostra la cura che si deve prestare al corpo dei defunti. Il culto dei defunti è segno dell’umanità e della civiltà. Nella tenda c’è il vecchio Acate che veglia sul cadavere di Pallante. Attorno all’anziano si trovano i compagni troiani e le Iliadi che si battono il petto con i capelli sciolti elevando il gemito fino al cielo...

    • Il LIBRO

    La bellezza della fede, conversazioni sul credere

    Nove interviste a consacrati e laici che toccano le tematiche della santità, dei carismi, dello Spirito Santo, della famiglia di Nazareth, dell’essere nel mondo senza essere del mondo. Ecco il libro del giornalista e psicologo Emiliano Tognetti, La bellezza della fede.

    • IL LIBRO

    I pastorelli di Fatima, una vita trasformata da Dio

    Nel volume “I Pastorelli di Fatima” la psicologa e scrittrice Madalena Fontoura ripercorre la storia delle apparizioni, approfondendo la spiritualità di Lucia, Francesco e Giacinta. Il libro si concentra sull’attualità del messaggio della Madonna - dalla visione dell’Inferno al rifugio nel Cuore Immacolato di Maria - e sulle ragioni della chiamata dei piccoli.

    • LA FIGURA

    Gregorio XIII, il Papa del calendario… che amava la musica

    Fu eletto al soglio pontificio il 13 maggio di 450 anni fa. A lui dobbiamo, tra l’altro, il nostro calendario. Nutrì grande interesse per la musica sacra, instaurando una collaborazione con il Musicæ princeps, Giovanni Pierluigi da Palestrina, che ci ha lasciato scritti rivolti a Gregorio XIII che rivelano cosa significhi, per un musicista, servire Dio.