• escalation

    Israele condanna l'estremismo ebraico contro i cristiani

    Atti vandalici in chiesa a Gerusalemme, in coda a una serie di azioni riconducibili a coloni o estremisti religiosi ebraici. Nel mirino anche i musulmani. Solidarietà al custode, padre Patton, che ha celebrato un rito di riparazione. Il governo assicura che tratterà seriamente i danni a istituzioni e luoghi religiosi. 

    • NUOVI DIRITTI

    Malta, “ex gay” si racconta in un’intervista. Ora rischia la galera

    Matthew Grech, 33 anni, racconta in un’intervista la sua conversione a Cristo e l’abbandono dello stile di vita omosessuale. Ora è accusato di pubblicità alle terapie riparative, pratica vietata a Malta. A processo il 3 febbraio, rischia fino a 5 mesi di carcere. Un caso che conferma la tirannia dei “nuovi diritti”.

    • CRISTIANOFOBIA IN SPAGNA

    Martire e già dimenticato: l'Islam uccide i cristiani nel silenzio europeo

    Martire da poche ore e già dimenticato: l'assassinio del sagrestano spagnolo ucciso da un marocchino che inneggiava ad Allah, ferendo quattro persone tra cui un prete, era completamente assente dalle prime pagine dei giornali europei di ieri. Al laicismo belligerante di Podemos e del Partito socialista si unisce ora la violenza jihadista. E dove la popolazione musulmana è numerosa, la cristianofobia è favorita dalla Sinistra. Parlano Maria Garcia (Orl) e Carmelo Lopez (ReL). 
    - IL TERRORISMO CHE NON FA NOTIZIA di Lorenza Formicola

    Español
    • IL RAPPORTO OPEN DOORS

    Cristiani perseguitati, 15 uccisi al giorno. L’Islam la maggiore minaccia

    Uscita la World Watch List 2023. Più di 360 milioni di cristiani subiscono alti livelli di persecuzione per la loro fede. In un anno 5.621 gli uccisi, 4.542 arrestati senza processo, 5.259 rapiti. Nel complesso c’è un aumento del livello di persecuzione. Asia e Africa i continenti più pericolosi. Tra le minacce, l’Islam in primis, il comunismo nell’America Latina e l’integralismo indù. Crescono le pressioni quotidiane sul lavoro e si diffonde il “modello cinese”. Maglia nera: la Corea del Nord.

    • CONTINENTE NERO

    Attacchi alle chiese, cristiani uccisi in Congo e Nigeria

    Due gravi episodi di violenza contro i cristiani, in Congo e in Nigeria. Nel Nord Kivu (Congo) una chiesa è stata attaccata da uomini armati durante la funzione domenicale. Sono 17 le vittime finora accertate in un attacco di matrice jihadista. In Nigeria, padre Achi è morto nell'incendio della sua chiesa appiccato da ignoti assalitori. 

    • dittatura

    Nicaragua: Chiesa perseguitata, ma Roma tace

    Continua l'escalation del regime di Daniel Ortega e di sua moglie, che si accanisce soprattutto contro sacerdoti, vescovi e fedeli cattolici. Il vescovo di Matagalpa è in carcere in attesa di processo, altri sono stati costretti all'esilio. In molti auspicano una reazione forte dalla Santa Sede, che continua a farsi attendere.

    • persecuzioni

    Rapporto Fides: 18 missionari uccisi nel 2022

    Nell'anno appena concluso hanno perso la vita 12 sacerdoti, un religioso, tre religiose, un seminarista e un laico, secondo l'annuale resoconto dell'agenzia Fides. Per ciascuno sono descritte le circostanze della morte e sono riportati alcuni cenni biografici Tra loro anche le italiane suor Luisa Dell'Orto e suor Maria De Coppi.

    • AIUTO ALLA CHIESA CHE SOFFRE

    Dove i governi perseguitano i cristiani. O li abbandonano

    Per una buona notizia, la liberazione del vescovo eritreo Fikremariam Hagos, ce ne sono molte altre cattive nell'ultimo documento di Aiuto alla Chiesa che Soffre. Nel caso della Chiesa sotterranea in Cina non è neppure possibile sapere quanti siano arrestati. Africa: continente più violento, India il paese dove cresce di più la persecuzione.

    • REPRESSIONE RELIGIOSA

    Il Natale negato ai cristiani perseguitati

    Molti sono i cristiani che non hanno potuto celebrare il Natale. È difficile farlo o impossibile in paesi come la Mauritania, le isole Comore, l’Afghanistan, il Brunei, la Corea del Nord. In altri Paesi, come la Nigeria, il problema è la sicurezza. E nel Sahel, gli jihadisti. In Pakistan una donna cristiana accusata di blasfemia passa il Natale in una piccola cella, altri tre sono tornati liberi. 

    • MEDIO ORIENTE

    Il patriarca di Gerusalemme rincuora i cristiani rimasti

    Si sta chiundendo uno degli anni più violenti per Israele e Palestina, il patriarca di Gerusalemme Pierbattista Pizzaballa rincuora i bambini palestinesi facendo gli auguri di Natale. I cristiani, in Palestina, sono rimasti molto pochi. La tentazione dell'emigrazione è sempre molto viva. Facile perdere la speranza, ma il Natale è la notizia più bella.

    • FRANCIA

    Paty, un omicidio rituale islamico premeditato

    I giudici francesi hanno concluso l'istruttoria sulla morte per decapitazione di Samuel Paty, il professore ucciso da un 18enne islamista dopo la lezione sulla libertà di espressione. Non si è trattato di un gesto improvvisato come si è voluto far credere, ma di un atto costruito a tavolino e alimentato da una campagna denigratoria nei giorni precedenti l'uccisione. Paty sapeva di essere nel mirino tanto che chiedeva ai colleghi di accompagnarlo a casa. 

    • ONU

    Giornata dei diritti umani, la promessa disattesa

    Il 10 dicembre, come tutti gli anni dal 1950, si celebra la Giornata mondiale dei diritti umani. Per la Dichiarazione universale dei diritti umani, ogni uomo gode di pari dignità e dei diritti di vita, libertà e sicurezza. Ma questa concezione del diritto, cristiana e occidentale, non è accettata al di fuori dell'Occidente. Perciò è una promessa disattesa.