Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Santi martiri messicani a cura di Ermes Dovico

Blasfemia


In Pakistan un cristiano è stato condannato a morte per blasfemia
Islam

In Pakistan un cristiano è stato condannato a morte per blasfemia

Asif Pervaiz è stato accusato nel 2013 dal suo ex datore di lavoro che sostiene di aver ricevuto da lui via cellulare dei messaggi offensivi contro l’Islam. È in carcere da allora

 


Achille Lauro e i finti trasgressori destinati a scomparire
LA CENSURA

Achille Lauro e i finti trasgressori destinati a scomparire

La censura milanese della pubblicità di Achille Lauro ci ricorda che la blasfemia è così vecchia, consumata e poco creativa che è destinata a morire da sola. Motivo per cui gli artisti cercano la polemica, amano essere contestati e dipingersi come vittime dell'intolleranza. 


Profanata una chiesa protestante in Pakistan
Profanata una chiesa protestante in Pakistan

Profanata una chiesa protestante in Pakistan

Dei vandali hanno spezzato la croce della chiesa della Trinità e danneggiato i muri dell’edificio. I fedeli hanno deciso di denunciare il fatto come un atto di blasfemia e chiedono giustizia

 

 


Asia Bibi è a Parigi per la promozione della sua biografia, “Enfin libre”
Finalmente libera

Asia Bibi è a Parigi per la promozione della sua biografia, “Enfin libre”

La donna cristiana che ha trascorso dieci anni in carcere, condannata a morte con l’accusa di blasfemia, ha detto di amare il suo paese e di sperare di poterci tornare. Vive in Canada dal maggio 2019


Processo d’appello per due cristiani condannati a morte in Pakistan per aver offeso il Profeta
Blasfemia

Processo d’appello per due cristiani condannati a morte in Pakistan per aver offeso il Profeta

L’appello di una coppia di cristiani ingiustamente accusati di blasfemia nel 2013 e condannati a morte in primo grado sarà esaminato il prossimo 8 aprile. Le prove a carico sono inconsistenti


Nuove accuse di blasfemia in Pakistan
Integralismo islamico

Nuove accuse di blasfemia in Pakistan

Due amici, uno cristiano e uno musulmano, sono stati ingiustamente accusati di aver profanato il Corano incendiando alcune pagine. Sono in carcere e dovranno rispondere del reato di blasfemia

 


Asia Bibi: «Il mondo aiuti chi è ancora in carcere per blasfemia»
PAKISTAN

Asia Bibi: «Il mondo aiuti chi è ancora in carcere per blasfemia»

Nella prima intervista dal giorno della sua liberazione, Asia Bibi, la donna cristiana assolta dopo un calvario di nove anni dall'accusa di blasfemia e ora rifugiata in Canada, racconta le difficoltà della sua prigionia, gli strazianti incontri in carcere con le sue figlie, i momenti di scoraggiamento. Ma soprattutto lancia un appello per le decine di persone che in Pakistan sono in carcere con l'accusa di blasfemia, che prevede anche la pena di morte. I retroscena dei contatti con l'Unione Europea.


Pakistan, 11 agosto. Giornata nazionale delle minoranze
Minoranze religiose discriminate

Pakistan, 11 agosto. Giornata nazionale delle minoranze

Le Chiese cristiane hanno partecipato alla celebrazione della Giornata che fu istituita nel 2009 per volontà del ministro cattolico Shahbaz Bhatti, ucciso nel 2011 per aver difeso Asia Bibi

 


Una donna cristiana è stata accusata di blasfemia
Indonesia

Una donna cristiana è stata accusata di blasfemia

Una donna, disabile mentalmente, è entrata in una moschea senza togliersi le scarpe e portando con sé un cagnolino, due atti offensivi per aver commesso i quali rischia fino a cinque anni di carcere


Un ragazzo cristiano è in carcere in Pakistan, accusato di blasfemia
Pakistan

Un ragazzo cristiano è in carcere in Pakistan, accusato di blasfemia

Forse un litigio durante una partita di cricket è all’origine della denuncia di blasfemia che ha portato all’arresto nel Punjab pachistano di Sunny Waqas, accusato da un vicino di casa


Pillole e spot blasfemi, ora si premia l’offesa a Dio
CAMPAGNA DIABOLICA

Pillole e spot blasfemi, ora si premia l’offesa a Dio

L’immagine di un dipinto di Botticelli modificata, con l’Arcangelo Gabriele che porge a Maria una confezione di pillole contraccettive-abortive: “Usala, fa miracoli!”, recita la scritta. E la Società per la contraccezione premia gli studenti con 1.000 euro ciascuno. Lo specchio di un laicismo che invoca "rispetto", ma si sente libero di offendere Dio e tutti i fedeli cristiani.


È stato fissato al 25 giugno l’appello di una coppia di cristiani condannati a morte per blasfemia
Pakistan

È stato fissato al 25 giugno l’appello di una coppia di cristiani condannati a morte per blasfemia

 

Nel 2013 due coniugi cristiani sono stati arrestati perché un vicino di casa li ha accusati di avergli inviato un sms contenente espressioni offensive nei confronti del profeta Maometto