Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Gregorio VII a cura di Ermes Dovico

Lombardia


Lombardia, non diamo la colpa ai Neanderthal per le morti da Covid
GENETICA E PROTOCOLLI

Lombardia, non diamo la colpa ai Neanderthal per le morti da Covid

Perché in Lombardia ci sono stati così tanti morti di Covid? Per l'Istituto Mario Negri la causa è genetica. I geni dell'uomo di Neanderthal, più diffusi nella bergamasca, sono i colpevoli. Ma così si evita di accertare le responsabilità sui protocolli medici e sulla gestione della pandemia. 


Maria Bambina, una devozione diffusa da Nord a Sud
STATUETTE E FESTE

Maria Bambina, una devozione diffusa da Nord a Sud

A Milano, nella casa generalizia delle Suore di Carità, è custodito un simulacro miracoloso di Maria Bambina, davanti a cui pregò san Giovanni Paolo II. La tradizione delle statuette. Una devozione diffusa anche al Sud, specie in Sicilia.


Fontana assolto per il caso camici. Il fango mediatico resta
LOMBARDIA

Fontana assolto per il caso camici. Il fango mediatico resta

Attilio Fontana, presidente della Lombardia, è stato assolto in appello dall’accusa di frode, per le  forniture di camici in piena pandemia di Covid. I giornalisti che gli hanno gettato fango addosso chiederanno mai scusa?


L'astensione è un chiaro messaggio politico
regionali

L'astensione è un chiaro messaggio politico

Al voto in Lombardia e Lazio emerge l'enorme percentuale di astenuti. Un dato di cui i politici non hanno colto fino in fondo la vera portata, che non è occasionale ma chiama in causa l'intero sistema. E la nuova maggioranza non ha dato finora grandi segnali di discontinuità.


Lazio e Lombardia: la posta in gioco è il ruolo delle regioni
AL VOTO

Lazio e Lombardia: la posta in gioco è il ruolo delle regioni

I pronostici sulle prossime elezioni sono piuttosto chiari, assegnando al centrodestra la vittoria in entrambe le regioni coinvolte. Ma è necessaria qualche osservazione – anche alla luce della Dottrina Sociale della Chiesa – riguardo all'azione svolta dai governatori durante il "biennio Covid" e ai criteri (funzionali e valoriali) da cui la politica deve partire.

- PD FRA ACCUSE DI BROGLI E FINTE TESSERE di Ruben Razzante


Garavaglia e Mantovani assolti, vittime della gogna
CIRCO MEDIATICO-GIUDIZIARIO

Garavaglia e Mantovani assolti, vittime della gogna

Massimo Garavaglia (ministro del Turismo) e Mario Mantovani (ex vicepresidente della Lombardia), entrambi del centrodestra, sono stati assolti. Ma stanno subendo da anni una gogna mediatica senza sosta. E Mantovani ha subito anche il carcere, da innocente. Il giustizialismo mediatico mina le basi dello Stato di diritto. 


Formigoni, una “storia” che non è ancora finita
IL LIBRO

Formigoni, una “storia” che non è ancora finita

«Per noi il cristianesimo non era un intimismo, era un fatto vivo, una comunione di vita che tende a permeare tutti i livelli dell’esistenza, la globalità della vita», con l’obiettivo di tradurre la fede «in sapienza e novità di storia». Roberto Formigoni si racconta nel libro-intervista con Rodolfo Casadei “Una storia popolare” (Cantagalli).


Lombardia capro espiatorio. La protesta dei governatori
COVID E POTERE

Lombardia capro espiatorio. La protesta dei governatori

L'amministrazione lombarda è esplicitamente boicottata dal governo nazionale. Il nuovo pretesto è il conteggio sbagliato dei casi di Covid che ha portato all'imposizione, immotivata, della zona rossa. Fontana porta le prove a sua discolpa. Governatori di centrodestra protestano contro il governo, per il clima di discordia che sta alimentando. 


La Lombardia regge grazie al sistema pubblico-privato
IL VIRUS FA VERITA'

La Lombardia regge grazie al sistema pubblico-privato

Pensate in quale gravissima crisi si troverebbe oggi la Regione, se i medici avessero dovuto operare nei vecchi, piccoli e meno attrezzati ospedali di un tempo. Dove sono finiti i contrari alla riforma sanitaria lombarda? Dove, quelli che dicevano: «No a una politica ospedalocentrica»? A dire che l'autonomia per le regioni virtuose è una scelta che fa bene a tutto il Paese e che non può essere più rimandata.


La condanna di Formigoni è un avvertimento
(IN)GIUSTIZIA

La condanna di Formigoni è un avvertimento

La Cassazione conferma la condanna per l'ex governatore della Lombardia: 5 anni e 10 mesi di reclusione, un piccolo sconto - causa prescrizione di un capo d'imputazione - rispetto ai 7 anni e sei mesi decisi in appello. Un chiaro avvertimento a un certo mondo cattolico.


«Con Formigoni la Lombardia ha avuto un grande sviluppo»
INTERVISTA/CESANA

«Con Formigoni la Lombardia ha avuto un grande sviluppo»

«I giudici stanno tartassando l'ex governatore, ma nei suoi 18 anni alla guida della Regione Formigoni ha fatto diventare la Lombardia un modello di sussidiarietà con riultati invidiabili nella sanità, nell'educazione, nell'assistenza». Parla Giancarlo Cesana, tra gli organizzatori dell'incontro che stasera presenta il modello Lombardia.


Ghetti Lgbt, l'ultima cosa di cui Milano ha bisogno
FONTANA VS. SALA

Ghetti Lgbt, l'ultima cosa di cui Milano ha bisogno

Il sindaco Sala è molto soddisfatto che nel 2020 si tenga proprio a Milano la convention mondiale sul “turismo LGBT” e vuole individuare zone della città da dedicare al mondo Lgbt. Creare ghetti è però l'ultima cosa di cui la città ha bisogno. Dall'altra parte, Fontana rifiuta il patrocinio al prossimo gay pride.

GRILLO CHE ELOGIA L'OZIO di Stefano Magni