Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Gregorio VII a cura di Ermes Dovico

Politica


Qualche regola nella giungla di Facebook
SOCIAL NETWORK

Qualche regola nella giungla di Facebook

La Corte di Cassazione ha fissato alcuni paletti invalicabili nell'uso di Facebook. Pene severe per chi diffama sul potente social network, avvicinando quest'ultimo ai tradizionali mezzi di informazione. La privacy è maggiormente difesa.


Giorgio Napolitano prepara l'addio?
LA LETTERA

Giorgio Napolitano prepara l'addio?

Con la lettera pubblicata sulla prima pagina del Corriere, il presidente Giorgio Napolitano ventila la possibilità di fare un passo indietro. Sempre che regga il patto per le riforme Renzi-Berlusconi e la situazione si normalizzi.


Giovani, donne e "rimasugli": ecco le liste
EUROPEE

Giovani, donne e "rimasugli": ecco le liste

Il Pd si appresta a vincere le elezioni per il Parlamento Europeo con liste, politically correct, guidate da donne. Grillo pronto a sfondare. E Forza Italia arranca. Si consolidano gli anti-euro. Ma la qualità lascia a desiderare.


Nomine sessiste per ruoli da bella statuina
QUOTE ROSA

Nomine sessiste per ruoli da bella statuina

Politica 17_04_2014

Tre donne presidente di Eni, Enel e Poste Italiane, tre uomini amministratori delegati delle stesse aziende. Domandiamoci perché, in base a queli criteri e secondo quale ideologia si hanno nomine sessiste in tempo di crisi.


Un paese smarrito,
la speranza di un popolo
APPELLO

Un paese smarrito, la speranza di un popolo

Un appello dell’Osservatorio Cardinale Van Thuân mira a risvegliare la coscienza del popolo italiano per uscire da questa situazione di crisi. C’è bisogno della rivoluzione politica della libertà di educazione, che sprigionerebbe innumerevoli energie.


Militari factotum, dalle discariche al trasporto immigrati
DIFESA

Militari factotum, dalle discariche al trasporto immigrati

Politica 14_04_2014

Più aumentano i tagli alla Difesa, più aumentano i compiti assegnati ai militari: marinai che trasportano immigrati, bersaglieri che fanno i netturbini e soldati che fanno i poliziotti. Tutto meno che addestrarsi al combattimento.


Berlusconi:
se tocca i fili
dei magistrati
...muore
POLITICA

Berlusconi: se tocca i fili dei magistrati ...muore

Un avvertimento chiaro e tondo per Berlusconi: se parla di magistratura il suo affidamento ai servizi sociali potrebbe essere subito commutato in arresti domiciliari. Viene così vietata gran parte della campagna elettorale di Forza Italia.


Renzi, populismo "morbido" dalla base fragile
RIFORME

Renzi, populismo "morbido" dalla base fragile

Se anche il Pd si spacca sulla riforma del Senato, che cosa resta della maggioranza che sostiene questo governo? Berlusconi. Ma il leader di Forza Italia potrebbe ben presto uscire di scena. E il suo sostegno al Pd non paga.


L'Eni è una branca dell'intelligence? Lo dice Renzi
DICHIARAZIONI

L'Eni è una branca dell'intelligence? Lo dice Renzi

Politica 08_04_2014

Renzi, preso dalla sua furia di esternazioni, ha dichiarato in Tv, a Otto e Mezzo che l'Eni è importante per la nostra intelligence. Se si diffondesse l'idea che i suoi uomini sono "spie", le conseguenze sarebbero gravi.


C'è madre e madre. La Lega discrimina quelle straniere
LOMBARDIA

C'è madre e madre. La Lega discrimina quelle straniere

Politica 07_04_2014

Lombardia, la giunta del leghista Roberto Maroni rivede i criteri di accesso al Fondo Nasko, per l'aiuto alle mamme che rinunciano all'aborto. Lo fa per escludere le extracomunitarie. Protesta di associazioni per la vita e Ncd.


Breve storia delle leggi anti-droga
STUPEFACENTI

Breve storia delle leggi anti-droga

Dal 1990 al 2006, il legislatore ha sempre cercato di prevenire e curare il problema della droga. Prima con la legge Vassalli-Russo Jervolino (1990), poi con quella Fini-Giovanardi (2006). Ma la sentenza della Corte Costituzionale del 2014...


Audizione Serpelloni, tutta la verità sulla cannabis
LO STUDIO

Audizione Serpelloni, tutta la verità sulla cannabis

Il capo del Dipartimento delle politiche antidroga della Presidenza del Consiglio, professor Giovanni Serpelloni, ha svolto la sua audizione il 2 aprile a margine della discussione sul decreto-legge droga. Smontando tutti i luoghi comuni.