Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Marco a cura di Ermes Dovico

Giovanni paolo ii


Conferenza stampa: il "metodo Tucho" in quattro punti
strategie

Conferenza stampa: il "metodo Tucho" in quattro punti

Presentando la dichiarazione "Dignitas infinita" il cardinal prefetto mostra come affermare che la dottrina non cambia per poi, di fatto, cambiarla. E con un sentore di rivincita verso chi lo ha preceduto.


Un san Massimiliano Kolbe inedito: conferenze e testimonianze
FONTI KOLBIANE

Un san Massimiliano Kolbe inedito: conferenze e testimonianze

Il terzo volume delle Fonti Kolbiane raccoglie le conferenze del santo martire (ucciso ad Auschwitz) e le testimonianze del processo di canonizzazione. Un Kolbe inedito, a 130 anni dalla nascita.


Ansia e narcisismo, figli della mentalità contraccettiva
LA RIFLESSIONE

Ansia e narcisismo, figli della mentalità contraccettiva

C’è chi ha descritto Filippo Turetta come «narcisista». Ma c’è un legame tra il narcisismo, l’ansia diffusa tra gli studenti e l’educazione odierna? Una risposta si può rinvenire nella denuncia di Wojtyła sulla «mentalità contraccettiva».


La buona battaglia di Wanda Połtawska, “sorellina” di Wojtyła
IL RICORDO

La buona battaglia di Wanda Połtawska, “sorellina” di Wojtyła

Martedì 24 ottobre è morta, a quasi 102 anni, Wanda Połtawska. Prigioniera a Ravensbrück, poi medico e madre miracolata da padre Pio, fu grande amica di Giovanni Paolo II, battendosi strenuamente a difesa dei nascituri. Tornata al Padre pure la cuoca di Wojtyła.


Lefebvriani: tolta la scomunica, lo scisma resta
LA CRISI DELLA CHIESA / 2

Lefebvriani: tolta la scomunica, lo scisma resta

Le nomine episcopali di monsignor Lefebvre sono illegittime sotto tutti i punti di vista. E la scomunica tolta da Benedetto XVI era finalizzata a un cammino di riconciliazione, ma non cancella lo scisma. Come è stato per gli Ortodossi.
- Seguire i lefebvriani non è la soluzione, di Luisella Scrosati


A Lisbona una GMG senza Cristo. E lo fanno cardinale
CHIESA IN (LIBERA) USCITA

A Lisbona una GMG senza Cristo. E lo fanno cardinale

Le gravissime parole di mons. Américo Aguiar, responsabile della GMG di Lisbona e appena nominato cardinale, che non vuole assolutamente «convertire i giovani a Cristo», hanno implicazioni molto serie: su tutte l'illusione della fede e l'inutilità della Chiesa.


Volinia, riconciliazione fra ucraini e polacchi nel nome di san Giovanni Paolo II
UCRAINA

Volinia, riconciliazione fra ucraini e polacchi nel nome di san Giovanni Paolo II

Zelensky e Duda, la Chiesa polacca e ucraina hanno reso omaggio alle vittime dello sterminio dimenticato dei polacchi in Volinia, ad opera degli ucraini nel 1943. Un percorso di riconciliazione avviato da san Giovanni Paolo II. 


Monsignor Negri, il gusto della fede che si fa cultura
IL RICORDO

Monsignor Negri, il gusto della fede che si fa cultura

Il rapporto tra fede e cultura è stato il cuore della riflessione di mons. Luigi Negri. Nel suo modo di scrivere e di parlare si percepiva il pathos dell’uomo innamorato di Cristo. Due riferimenti: don Giussani e Giovanni Paolo II.


L'eredità tradita di Leone XIII
CENTENARIO

L'eredità tradita di Leone XIII

A 120 anni dalla morte del Papa fondatore della Dottrina sociale della Chiesa nell'epoca moderna, ben poco rimane del suo approccio e dei suoi princìpi cardine su famiglia, educazione, rapporto con le altre religioni e con lo Stato: sostanzialmente rispettati fino a Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, sono stati completamente contraddetti dall'attuale pontificato.


Un Papa pro-LGBT è un problema
IL CASO

Un Papa pro-LGBT è un problema

L'ennesima lettera di papa Francesco a padre James Martin è solo la conferma di un costante incoraggiamento dei gruppi LGBT nella Chiesa. Il che solleva un problema enorme, perché significa che un Papa rovescia in modo netto il Magistero di chi l'ha preceduto. Ed è un problema che vescovi e cardinali non possono eludere.


«Vi racconto la storia della maglietta insanguinata di Wojtyła»
L’INTERVISTA / SUOR BEATRICE

«Vi racconto la storia della maglietta insanguinata di Wojtyła»

A Roma, alla “Regina Mundi”, è custodita la maglietta inzuppata di sangue che san Giovanni Paolo II indossava il 13 maggio 1981, nel giorno dell’attentato da parte di Ali Agca. La Nuova Bussola intervista suor Beatrice Priori, che dal 2000 custodisce la preziosa reliquia dalla storia molto particolare.


Polacchi e ungheresi uniti nella difesa di san Giovanni Paolo II
IL PELLEGRINAGGIO

Polacchi e ungheresi uniti nella difesa di san Giovanni Paolo II

In solidarietà con i polacchi di fronte ai vergognosi attacchi a Wojtyła, pellegrini ungheresi guidati da mons. Székely hanno visitato il santuario di Giovanni Paolo a Cracovia. Ad accoglierli il metropolita Jędraszewski, che ha sottolineato la vicinanza culturale e religiosa tra Polonia e Ungheria.