Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Tommaso Moro a cura di Ermes Dovico

Fatima


La storia del santuario di Fatima, tra arte e fede
FRUTTO DI MARIA

La storia del santuario di Fatima, tra arte e fede

Il 13 maggio 1928 venne benedetta la prima pietra del santuario di Fatima, consacrato il 7 ottobre di 25 anni più tardi. Al suo interno si trova la Cappellina delle Apparizioni, costruita in corrispondenza del luogo dove la Madonna apparve ai tre santi pastorelli.


"Il Cielo in una donna" su La Bussola Mensile di maggio
in uscita

"Il Cielo in una donna" su La Bussola Mensile di maggio

Primo piano tutto dedicato a Maria e tante altre pagine di letteratura, storia, teologia, spiritualità, che fanno di ogni numero della nostra rivista una piccola scuola di formazione apologetica.


Si apre la Gmg tra affidamento a Maria e figure controverse
viaggio apostolico

Si apre la Gmg tra affidamento a Maria e figure controverse

Oggi il Papa arriverà a Lisbona. Nel programma dei prossimi giorni spicca la tappa a Fatima ma anche la presenza del gesuita arcobaleno James Martin. E non si è spenta l'eco delle dichiarazioni del cardinale eletto Aguiar.


Il Cuore Immacolato, segno della Corredentrice
PUREZZA E SALVEZZA

Il Cuore Immacolato, segno della Corredentrice

Nei dolori e misteri vissuti dal Cuore Immacolato di Maria c’è già contenuta tutta la realtà della corredenzione, come insegnano pontefici e santi. Una verità che ci richiama a consacrarci a Lei, come la Madonna stessa ha chiesto più volte nelle apparizioni moderne.


Consolare Dio e Maria, il carisma di san Francesco Marto
FATIMA

Consolare Dio e Maria, il carisma di san Francesco Marto

Nel messaggio di Fatima è centrale la necessità di riparare i peccati con cui Dio è offeso e offrire consolazione al Cuore Immacolato di Maria. Una necessità che san Francesco Marto sentì con particolare urgenza, indicando profeticamente la strada per il Cielo.


La Comunione riparatrice, l’altra richiesta di Maria
MEZZO DI SALVEZZA

La Comunione riparatrice, l’altra richiesta di Maria

Non solo la consacrazione della Russia. Insieme a questa, la Madonna trasmise a suor Lucia di Fatima la richiesta di diffondere la Comunione riparatrice nei primi sabati, per consolarla per tutte le offese e ingratitudini degli uomini. Una devozione pegno di salvezza eterna e necessaria per il trionfo del Cuore Immacolato di Maria.


Il popolo, il Papa e Maria: la consacrazione riunisce Cielo e terra
ATTO COMPIUTO

Il popolo, il Papa e Maria: la consacrazione riunisce Cielo e terra

Con la solenne consacrazione di ieri, dopo un’intensa liturgia penitenziale in cui il Santo Padre ha chiesto perdono a Dio a nome di tutti, è avvenuta una “ricucitura” tra Cielo e terra. La Chiesa, il mondo, la Russia e l’Ucraina sono ora proprietà di Maria, che si presenta al trono di Dio come nostra Avvocata. L’atto compiuto ieri - per la consacrazione, la comunione con i vescovi, le ragioni storiche - corrisponde alle modalità chieste dalla Madonna. Ed è da questo fatto oggettivo, con l’invito di tornare a Dio, che occorre ripartire.
-  INDICAZIONI RISPETTATE di Nico Spuntoni 


Consacrarsi a Maria, la via indicata dai santi
L’ATTO SOLENNE

Consacrarsi a Maria, la via indicata dai santi

Oggi, al culmine della liturgia a San Pietro (inizio alle 17), papa Francesco consacrerà al Cuore Immacolato di Maria la Chiesa e il mondo, in particolare Russia e Ucraina. Un atto fondamentale, se si accompagnerà all’abbandono di ciò che è alla base della guerra e di ogni male: il peccato. Una battaglia che non riguarda solo le nazioni in generale, ma si gioca in ciascuno dei nostri cuori, chiamati alla consacrazione alla Madre celeste come insegnata dai santi, dal Montfort a Massimiliano Kolbe, a Padre Pio.
- IL TESTO DELLA CONSACRAZIONE ODIERNA


Consacrazione, un gesto decisivo che richiede anche la nostra penitenza
RUSSIA-UCRAINA

Consacrazione, un gesto decisivo che richiede anche la nostra penitenza

L'annuncio della consacrazione di Russia e Ucraina è una notizia di importanza storica, legata sia alle apparizioni in Ucraina del 1914 e del 1987 sia alla richiesta fatta dalla Madonna a Fatima. È anche l'affermazione della potestà di Dio sulle nazioni e sul mondo intero, che rimette finalmente Dio al centro della vita del mondo. Ma non bisogna dimenticare che a Fatima la Madonna aveva chiesto anche la penitenza e la riparazione, perché la guerra è la conseguenza dei nostri peccati.
- INTERVISTA/CODEVILLA - «GLI ORTODOSSI RISCHIANO NUOVO SCISMA», di Nico Spuntoni
- CAVALIERI DI VISEGRAD PER LA PACE, LA UE LI TRATTA DA BRIGANTI, di Luca Volontè


Russia da riconsacrare a Maria? Perché sì
QUESTIONE CRUCIALE

Russia da riconsacrare a Maria? Perché sì

I vescovi ucraini hanno chiesto a papa Francesco di consacrare Ucraina e Russia al Cuore Immacolato di Maria. Suor Lucia spiegò che la consacrazione del 1984 era valida. Ma il messaggio di Fatima riguarda, tuttora, il futuro del mondo e della Chiesa, come ci ricordano Benedetto XVI, le apparizioni a Civitavecchia e Hrushiv (Ucraina). E la Madre di Dio chiede di rinnovare la consacrazione a Lei per vincere ogni male del mondo.


“Il tempo dei segreti è vicino, il Cuore di Maria è il rifugio”
INTERVISTA / MANETTI

“Il tempo dei segreti è vicino, il Cuore di Maria è il rifugio”

Il legame tra Fatima e Medjugorje ci indica che attraverso la consacrazione al Cuore Immacolato di Maria “passa il destino del mondo e della Chiesa”, “ma passa anche il destino di ciascuno di noi”. Avvicinandoci al 40° anniversario delle apparizioni di Medjugorje, “si avvicina il tempo dei segreti”, a cui bisogna prepararsi con la preghiera e il digiuno per aiutare la Madonna a vincere Satana e cambiare il mondo. La Bussola intervista il mariologo Diego Manetti.
- L'IMPORTANZA DI FATIMA, di Enzo Vitale


Il segreto di Fatima e del Cuore Immacolato
LA DEVOZIONE

Il segreto di Fatima e del Cuore Immacolato

A Fatima la Santa Vergine rivelò il desiderio di Dio di diffondere nel mondo la devozione al proprio Cuore Immacolato e di consacrare innanzitutto la Russia, centro di propagazione degli errori del comunismo. Ciò ricorda la concretezza di questa devozione, che attraverso la preghiera e la penitenza richiede un cambiamento del cuore, punto di partenza per ogni seria conversione.