• LA DIFFERENZA

    No, noi non ci inginocchiamo

    Non ci inginocchiamo davanti al moralismo razziale che ama tutti fuorché i bianchi, non ci inginocchiamo davanti a Madre Terra perché nostra madre è Maria, non ci inginocchiamo davanti al male minore né davanti ai diritti civili, al vocabolario arcobaleno all’abortismo o al climate change. Noi ci inginocchiamo solo davanti a Dio.

    • NUOVE IDEOLOGIE

    Cari calciatori, non ci si inginocchia davanti a BLM

    Cinque azzurri inginocchiati prima del fischio di inizio di Italia-Galles in solidarietà con Black Lives Matter. Media, social e politici divisi, per Letta “non una gran bella scena” chi è rimasto in piedi. Ma in realtà BLM è un’organizzazione che fomenta a sua volta razzismo e violenze, con un’ideologia contro famiglia e cristianesimo. E ci si inginocchia davanti a Dio, l’unica fonte di pace.

    • MINNEAPOLIS

    Caso Floyd, l'agente Chauvin colpevole di omicidio

    Minneapolis, processo sul caso George Floyd: l’agente Chauvin è colpevole di omicidio involontario, omicidio colposo e omicidio di terzo grado, tutte e tre le accuse. Ha ucciso l'uomo afro-americano schiacciandogli la gola col ginocchio. La politica democratica e la piazza lo avevano già condannato, anche prima di conoscere il verdetto. 

    • STRAGI E POLIZIA VIOLENTA

    Sparatorie Usa, come vedere la malattia oltre il sintomo

    L’America ha sempre avuto un rapporto di amore e odio con le pistole. Il Secondo Emendamento protegge il diritto di portare armi, anche per difendersi da tirannie esterne e interne. Ma le stragi di massa e la violenza della polizia, in queste settimane, stanno mettendo in discussione ogni certezza. Serve un'analisi lucida per capire le ragioni. Perché sono gli uomini che uccidono, non le armi.

    • FANGO LIBERAL

    Se Ocasio-Cortez si scaglia contro il patrono dei lebbrosi

    Alexandria Ocasio-Cortez se la prende con una statua di san Damiano de Veuster che sarebbe un esempio di «suprematismo bianco». In realtà, il grande missionario belga andò volontario tra i lebbrosi delle Hawaii e, dopo 16 anni di carità in mezzo a loro, morì lui stesso di lebbra. Le parole dell’astro nascente dei dem americani confermano che il cristianesimo è sotto attacco.

    • SCONTRI USA

    La lotta al razzismo uccide i neri: è campagna elettorale

    Città americane distrutte, incendi, rivolte: mentre la stampa dipinge gli Antifa e i "Black Lives Matter" come pacifici, i manifestanti sparano ai neri che supportano Trump. In un clima elettorale infuocato il presidente accusa la stampa e i politici di omertà e collaborazione con i criminali, mentre sorge il sospetto di possibili "morti elettorali".

    • NON PRAEVALEBUNT

    Chiese e statue profanate in Usa: l'odio e i segni di speranza

    I manifestanti definiti "pacifici" dalla grande stampa hanno creato un movimento di odio tale verso la fede cristiana che due statue della Madonna sono state profanate a Boston mentre due chiese sono state incendiate in Florida e California. Una rappresenta la storia e l'amore dei santi che hanno dato la vita per diffondere l'amore di Dio fra gli indigeni. Ma se l'attacco cresce, le mura intatte degli edifici e i fedeli radunati in preghiera sono il segno dell'immortalità della Chiesa.

    • INTERVISTA/NAPIER

    «Black Lives Matter non combatte il razzismo, ma la famiglia»

    «Nel manifesto di Black Lives Matter c’è la promozione dell’ideologia gender e dell’agenda anti-famiglia» e sembra che la sua ideologia «voglia presentare tutti i bianchi come nemici dei neri e tutti i neri come nemici dei bianchi». Ma l’unico modo per combattere il razzismo è sapere che «ogni persona viene creata a immagine e somiglianza di Dio». Il cardinale Wilfrid Napier, tra i testimoni diretti della fine dell’apartheid in Sudafrica, affronta in un’intervista alla Bussola i temi più caldi del 2020, dalle contraddizioni di BLM (aborto compreso) all’assoluzione di Pell.
    - CHIESE E STATUE PROFANATE NEGLI USA, di Benedetta Frigerio

    - SCENE DI UNA RIVOLUZIONE CULTURALE di Stefano Magni

    • L’ASSURDITÀ

    Se è di moda inginocchiarsi (ma non in chiesa)

    Dai parlamentari ai piloti di Formula 1, fino agli atleti negli stadi. Mentre il mondo si inginocchia allo slogan “Black Lives Matter”, in molte chiese si vieta di inginocchiarsi davanti a Dio. E non c’entra solo il Covid. Inginocchiarsi ha un significato religioso e l’attuale moda ha tratti ideologici. Come diceva Benedetto XVI, chi rifiuta Dio finisce per credere negli idoli.

    • NUOVO STUDIO

    Il vero alleato dei neri è la fede. Lo dice la sociologia

    Una nuova ricerca a cura di Ashley N. Jackson, intitolata «Can I live» e condotta su 1.170 adolescenti tra afroamericani (71%) e caraibici (29%), rivela che la fede «può ridurre gli effetti negativi sulla salute mentale di determinate esperienze». Altri studi recenti mostrano che la religiosità non solo conforta ma aiuta a prevenire devianze e scontri con la polizia.

    • PLANNED PARENTHOOD

    Il colosso degli aborti si schiera con Biden

    La Planned Parenthood ha deciso di sostenere apertamente la corsa di Joe Biden alla Casa Bianca, definendo le prossime elezioni una questione «di vita o di morte». La multinazionale e l’ex vice di Obama sfruttano la retorica anti-Trump sulla questione razziale. Ma è un boomerang, perché l’aborto legale ha prodotto almeno 19 milioni di bambini neri abortiti negli Usa dal 1973 e Margaret Sanger, fondatrice del colosso abortista, voleva «sterminare la popolazione negra»

    • STATI UNITI

    Democratici e Black Lives Matter, un legame torbido

    Scoperta del National Pulse: le donazioni a Black Lives Matter passano dalla stessa piattaforma online di raccolta fondi, Act Blue, creata ad hoc per il Partito Democratico e oggi principale canale di finanziamento per la corsa di Biden alla Casa Bianca. Del resto, l’ideologia è comune: in primis agenda Lgbt e aborto. Il che rende BLM in contraddizione con il nome stesso del movimento…