• LE RAGIONI DI UN TRACOLLO

    2022: fuga dalla squola

    Per la scuola italiana c’è un’unica soluzione: abolirla. Quella statale, ovviamente. Meglio radere al suolo e rifare di sana pianta nel nome della concorrenza. Tutte le scuole siano imprese private e ogni preside attiri iscrizioni offrendo di meglio. Sogno una situazione nella quale volentieri tornerei a insegnare: col mio curriculum sotto il braccio mi presenterei a un preside e chiederei quanto sarebbe disposto a darmi. Se lui giudicasse che, con me, le iscrizioni aumenterebbero, mi darebbe quel che chiedo. 

    • CANADA

    Bimbi abusati e sepolti: le bufale e le scuse che mancano

    Lo scandalo planetario dei bambini indiani abusati e seppelliti nelle scuole cattoliche canadesi come al solito era una bufala. I vescovi si sono affrettati a chiedere perdono, ma per cosa? Semmai è il governo Trudeau che dovrebbe chiedere scusa.  

    • LO STUDIO

    Successo a scuola, la fede conta

    Gli studenti devoti mostrano più possibilità di eccellere sia alle superiori che all’università. Il dato emerge da uno studio della sociologa Ilana M. Horwitz, agnostica. Secondo la studiosa, il segreto sta nella mentalità e nel metodo che la religione trasmette. Vero, ma c’è anche un motivo in più.

    • CAUSA IGNORATA

    Denatalità, c’è un problema di psicologia

    Per mettere al mondo un figlio è necessario, prima di ogni altra cosa, crescere. Non solo in senso fisico, ma anche mentale. A monte delle poche nascite c’è una mancata crescita psichica, che comporta un’identificazione con “gli adulti”. E in questa mancanza ha un ruolo il capovolgimento del rapporto genitori-figli.

    • QUESTIONE EDUCATIVA

    Dal corpo ai genitori, come far ripartire i giovani

    Dopo i disastri in termini di aggressività e autodistruzione causati da due anni di pandemia, serve che i giovani riscoprano l’Eros, inteso come desiderio di bellezza e vita. Necessari almeno due interventi: la riaffermazione della propria identità corporea e la dimensione affettivo-relazionale. Per quest’ultimo fine bisogna ri-fondare un autentico dialogo genitori-figli.

    • RITORNO A SCUOLA

    Distratti e aggressivi. Così la Dad ha cambiato gli studenti

    Finita la scuola a distanza (Dad), gli studenti tornano nelle aule, ma non sono gli stessi di prima. Non si sono dimenticati il lungo periodo di segregazione, non sono rimasti indifferenti al continuo bombardamento mediatico terrorizzante. Sono semmai in preda a pulsioni di autodistruzione, che si manifestano in irrazionali scoppi di collera, contro sé stessi, Dio e il prossimo. Calo generale di memoria e attenzione. Una scuola statalista e burocratizzata non capisce il problema.

    - L'OBBLIGO VACCINALE AFFONDA LA SCUOLA di Marco Lepore

     

     

    • IL LIBRO DI RICOLFI

    La Sinistra ha creato gli studenti ignoranti

    “Il danno scolastico”, libro-denuncia di Mastrocola-Ricolfi, che hanno elaborato i dati del disastro del nostro sistema di istruzione. «Se il figlio dell’idraulico non fa il liceo e non arriva a laurearsi è perché non ci riesce. E non ci riesce perché ha fatto una scuola che non l’ha preparato abbastanza». 

    • TRE INDAGATE

    Affidi, minori maltrattati da gay: «Torino come Bibbiano»

    «Preoccupanti analogie con i fatti di Bibbiano». Carabinieri di Torino e procura indagano sui maltrattamenti da parte di una coppia omo, di due bambini strappati alla madre e dati in affido.  Perquisito lo studio di Nadia Bolognini, psicoterapeuta rinviata a giudizio nell'inchiesta Angeli & Demoni e moglie di Foti, guru della Hansel & Gretel. Si rivede la "tecnica" dei disegni per dimostrare presunti abusi paterni e la demolizione della figura materna. Il caso emerso dopo l'inchiesta sugli affidi promossa dall'assessore regionale Marrone, che alla Bussola dice: «La legge non consente l'affido di minori a coppie gay. C'è un sistema: i carabinieri hanno riconosciuto l'utilità delle nostre segnalazioni».

    • UN MINISTRO, UN PERCHÉ

    Quante cose Cingolani imparerebbe dalle guerre puniche

    Il limite culturale del ministro Cingolani che snobba lo studio delle guerre puniche per una utopistica tecnica digitale. Sapere umanistico e tecnica non sono paragonabili, esaltare il digitale come conoscenza predominante su tutto il resto è ideologia che divide tra un prima e un post rivoluzione digitale. Se il ministro avesse una formazione globale e non settoriale avrebbe imparato con profitto tanta tecnica anche dalle guerre puniche. Di come ad esempio i Romani sconfissero i Cartaginesi senza conoscenze marittime.

    • FRANCIA

    Indottrinamento a scuola, la "Vandea" di media e genitori

    Francia alle prese con l'indottrinamento scolastico cui sono sottoposti i bambini. Le Figaro punta il dito contro il Ministero e intervista Bari Weiss, simbolo della lotta contro le censure imposte dalle dottrine LGBTI. E una madre ha denunciato il dramma dell’indottrinamento LGBTI della propria figlia vittima della devastante ondata di educazione transessualista.  

    • SCUOLA

    Prevenzione Covid: hanno dimenticato i disabili

    Per gestire i casi di positività nelle classi, i Ministeri della salute e dell'istruzione hanno emesso nuove direttive. In caso di tre casi positivi, si prevede il tampone naso-faringeo per tutti gli alunni, da ripetere anche cinque giorni dopo. E i disabili che non possono farlo? Dimenticati. I ministeri non rispondono neanche ai loro genitori.

    • LA PROPOSTA

    Psicologo d'obbligo a scuola, l'ultimo danno ai giovani

    L'emergenza sanitaria ha riportato in auge lo psicologo a scuola, ma ora si punta ad una obbligatorietà. È quanto chiede l'Ordine degli psicologi. Ma tutto ciò cela un sospetto: la medicalizzazione del rapporto educativo. Il disagio nel mondo giovanile dovrebbe essere affrontato all'interno di un approccio educativo e non come patologia, ma il mondo degli adulti rinuncia a educare dopo decenni di mentalità relativista e nichilista. Così delega agli psicologi.