Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Santa Macrina la Giovane a cura di Ermes Dovico

Rifugiati


Rapporto Unhcr: profughi raddoppiati in dieci anni
Giornata mondiale del rifugiato

Rapporto Unhcr: profughi raddoppiati in dieci anni

Dai 59,2 milioni del 2014 agli attuali 117,3 milioni di persone in fuga da conflitti armati, persecuzione, sistematiche violazioni dei diritti umani. Il dato positivo è che nel 2023 un milione di rifugiati e più di 5 milioni di profughi interni hanno potuto far ritorno a casa.


Un rapporto sugli iraniani cristiani profughi in Turchia
Rifugiati

Un rapporto sugli iraniani cristiani profughi in Turchia

Il rapporto frutto di una indagine congiunta delle organizzazioni Open Doors, Csw, Article18 e Middle East Concern ne documenta la difficile condizione


La persecuzione dei cristiani Hazara rifugiati in Pakistan
Islam

La persecuzione dei cristiani Hazara rifugiati in Pakistan

Appartengono a una etnia afghana minoritaria di fede perlopiù musulmana sciita e subiscono doppia persecuzione in quanto Hazara e in quanto cristiani

 


Profughi o migranti? La confusione del cardinale Zuppi
FALSO UMANITARISMO

Profughi o migranti? La confusione del cardinale Zuppi

Discorsi e iniziative per superare la distinzione tra migranti irregolari e profughi. E il presidente della Cei è in prima fila a chiedere corridoi umanitari e di lavoro, che però già esistono e funzionano bene per coloro che seguono i canali legali. E anche Avvenire dipinge una realtà falsa sulla situazione dei profughi nel mondo.


Cresce il numero di profughi, nel mondo oltre 108 milioni
IL RAPPORTO UNHCR

Cresce il numero di profughi, nel mondo oltre 108 milioni

Pubblicato il nuovo rapporto dell’Alto commissariato Onu per i rifugiati. Nel complesso sono 108,4 milioni i profughi nel 2022, in crescita rispetto all'anno prima (quasi 20 milioni in più): 35,3 milioni i rifugiati. Relativamente pochi i ritorni a casa.


Cristiani iraniani arrestati in Turchia
Islam

Cristiani iraniani arrestati in Turchia

Reclusi in centri per il rimpatrio in condizioni pessime, rischiano di essere rimandati in Iran da dove sono fuggiti per sottrarsi alla persecuzione


In Ruanda i richiedenti asilo: sì della Corte Suprema britannica
MIGRANTI

In Ruanda i richiedenti asilo: sì della Corte Suprema britannica

Esteri 20_12_2022 Anna Bono

Contro il veto della Corte Europea dei Diritti Umani, la Corte Suprema britannica dà via libera all’accordo con il governo ruandese per trasferirvi i rifugiati che bussano alle porte di Londra: è un Paese stabile, per cui il progetto non viola la Convenzione di Ginevra. Una misura di contrasto all’immigrazione illegale che dispiace solo a chi usa la richiesta di asilo come espediente.


La piana di Ninive otto anni dopo
Daesh, Stato islamico

La piana di Ninive otto anni dopo

Solo il 40 per cento dei cristiani fuggiti nella notte tra il 6 e il 7 agosto 2014 oltre i confini del Califfato è tornato e molti sono i rimpatriati che decidono di emigrare


L'Ue Lgbt deferisce l'Ungheria alla Corte di Giustizia
NUOVI DIRITTI

L'Ue Lgbt deferisce l'Ungheria alla Corte di Giustizia

La Commissione von der Leyen ha deferito l’Ungheria alla Corte di Giustizia dell’Unione europea per la legge anti-pedofilia, che accresce la protezione dei bambini e vieta di fare propaganda Lgbt verso i minori. Bruxelles continua la sua guerra anche alla Polonia, tenendo bloccati i fondi del Recovery Plan per l’opposizione del Paese ai dogmi abortisti e arcobaleno.


Le armi prima del cibo ai rifugiati. È un’Ue grottesca
CRISI UCRAINA

Le armi prima del cibo ai rifugiati. È un’Ue grottesca

Prosegue il dramma dei rifugiati per i Paesi di confine con l’Ucraina, come Polonia, Ungheria, Moldavia, Romania e Slovacchia. Questi Stati hanno chiesto all’Unione europea un fondo di miliardi di euro per aiutare i rifugiati. Ma da Bruxelles è arrivata fin qui solo una concessione “insufficiente” e i soldi stentano ad arrivare. Mentre sulle armi...


La difficile condizione dei cristiani del campo profughi Cox’s Bazar
Rifugiati

La difficile condizione dei cristiani del campo profughi Cox’s Bazar

I pochi rifugiati Rohingya cristiani ospiti nel campo di Cox’s Bazar, in Bangladesh, subiscono minacce e discriminazioni che aggravano le difficoltà della vita nel campo

 


Sanzioni e non solo, l’Ue rovinata dalle sue istituzioni
DERIVA CONTINUA

Sanzioni e non solo, l’Ue rovinata dalle sue istituzioni

Alcuni fatti di questi giorni confermano il declino europeo. Il rapporto sulle persecuzioni dimentica i cristiani e promuove i diritti Lgbt; gli attacchi ideologici a Polonia e Ungheria, malgrado accolgano milioni di rifugiati; le parole sconsiderate di von der Leyen e Michel su sanzioni e armi.