Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Casimiro a cura di Ermes Dovico

Malta

Malta, “ex gay” si racconta in un’intervista. Ora rischia la galera
NUOVI DIRITTI

Malta, “ex gay” si racconta in un’intervista. Ora rischia la galera

Matthew Grech, 33 anni, racconta in un’intervista la sua conversione a Cristo e l’abbandono dello stile di vita omosessuale. Ora è accusato di pubblicità alle terapie riparative, pratica vietata a Malta. A processo il 3 febbraio, rischia fino a 5 mesi di carcere. Un caso che conferma la tirannia dei “nuovi diritti”.


Malta, il caso-grimaldello per liberalizzare l’aborto
SOLITO COPIONE

Malta, il caso-grimaldello per liberalizzare l’aborto

I socialisti maltesi al governo tentano di sfruttare il caso della turista americana Andrea Prudente per introdurre norme pro aborto. Eppure le testimonianze in tribunale smontano la propaganda abortista, mostrando che i medici dell’isola hanno agito bene. Ma si ripete il copione mortifero seguito in altri Stati.


Malta, il presidente e i vescovi dicono no all’aborto
VITA VS MORTE

Malta, il presidente e i vescovi dicono no all’aborto

La proposta del Governo maltese di legalizzare l’aborto in caso di pericolo per la vita e la salute della madre incontra l’opposizione di gruppi pro life e vescovi. Il presidente George Vella si è detto disposto a dimettersi, pur di non firmare l’eventuale testo di legge. Che include il cavallo di Troia della “salute mentale”.


L’onda abortista che minaccia l’Europa
DALLA SPAGNA A MALTA

L’onda abortista che minaccia l’Europa

C’è la “lista nera” dei medici obiettori in un nuovo disegno di legge spagnolo, la possibile costituzionalizzazione dell’aborto in Francia e quella (fallita) nel Regno Unito. E ancora: le spinte radicali in Olanda e le pressioni dell’Unione Europea su Polonia e Malta per liberalizzare l’uccisione dei nascituri.


Polonia e Malta difendono la vita. Quindi l'Ue le accusa
ABORTO

Polonia e Malta difendono la vita. Quindi l'Ue le accusa

Il Rapporto sul rispetto dei Diritti Riproduttivi in Europa condanna Malta e la Polonia per le loro leggi contro l'aborto, in difesa del diritto alla vita. Anche al di fuori dell'Ue, la Cedu ha accolto le denunce di 15 organizzazioni pro-aborto in Polonia. Invece Malta è nel mirino della Commissaria per i Diritti Umani.  


Malta, prete "omofobo" sotto accusa da Stato e Chiesa
PADRE MUSCAT

Malta, prete "omofobo" sotto accusa da Stato e Chiesa

Commentando un efferato delitto, padre Davide Muscat commenta che, dal punto di vista della dottrina, la pratica omosessuale è peggio della possessione. Questa considerazione può costargli un anno di carcere e 23 mila euro di multa, oltre alla sospensione che potrebbe essergli imposta da mons. Scicluna. 


Sui migranti, Lorefice esagera. Non c'è omissione
IL VESCOVO E GLI IMMIGRATI

Sui migranti, Lorefice esagera. Non c'è omissione

L'appello lanciato dall'arcivescovo di Palermo, monsignor Corrado Lorefice, ha avuto effetto: la Guardia di Finanza ha raccolto gli emigranti in acque maltesi e li ha trasferiti in Italia. Ma il prelato usa parole esagerate: non c'è un genocidio in corso e l'Italia non è colpevole di omissione di soccorso. 


Immigrazione illegale, Draghi prenda in mano la situazione
MEDITERRANEO

Immigrazione illegale, Draghi prenda in mano la situazione

2.500 clandestini giunti in Italia in soli tre giorni. Intanto, la Grecia rispedisce i clandestini in Turchia (che diventa "porto sicuro"), la Spagna li respinge sulla costa africana. Mentre 10 bengalesi giunti in Italia sono portatori della variante indiana del Covid. La Lamorgese ha fallito. Meglio che Draghi prenda in mano la situazione personalmente.


Tratta del Mediterraneo, un problema ormai solo italiano
IMMIGRAZIONE

Tratta del Mediterraneo, un problema ormai solo italiano

Non esiste una gestione europea dell'immigrazione clandestina del Mediterraneo. Solo gli Stati possono proporre soluzioni. Spagna, Malta e Grecia fermano il flusso. L'Italia, con Conte 2 e Draghi, è l'unica eccezione. Letta vuole trasformare la missione navale Irini in soccorso. Farebbe la stessa fine della precedente missione Sophia.


Covid-19. Secondo le Ong un pretesto usato dall’Italia per respingere gli emigranti
Emigranti irregolari

Covid-19. Secondo le Ong un pretesto usato dall’Italia per respingere gli emigranti

Human Rights Watch accusa Italia e Malta di usare il pretesto della pandemia per venire meno al dovere di soccorso e respingere gli emigranti irregolari, lasciandoli morire nel Mediterraneo


Un gruppo di emigranti in attesa dal 9 gennaio di essere ricollocati ha iniziato uno sciopero della fame
Malta

Un gruppo di emigranti in attesa dal 9 gennaio di essere ricollocati ha iniziato uno sciopero della fame

Otto stati europei si erano offerti di accogliere i 49 emigranti illegali di cui Malta ha autorizzato lo sbarco il 9 gennaio. Gran parte di essi sono ancora in attesa di essere ricollocati


Mistero sulla nave fantasma trovata vicino ai migranti
CASO DICIOTTI

Mistero sulla nave fantasma trovata vicino ai migranti

Il rapporto della Guardia Costiera sulle operazioni di recupero dei 190 migranti illegali rivela un particolare inedito e che potrebbe avere pesanti ripercussioni nei rapporti tra Italia e Malta. Nel luogo del salvataggio, al largo di Malta, c'era una nave col transponder spento, che dunque non voleva farsi identificare.