Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Tommaso Moro a cura di Ermes Dovico

Immigrazione


La Tunisia scaccia gli immigrati illegali africani
CONTINENTE NERO

La Tunisia scaccia gli immigrati illegali africani

Esteri 03_03_2023 Anna Bono

Kais Saied, presidente della Tunisia, denuncia un "complotto" per cambiare la composizione etnica del Paese e scaccia tutti gli immigrati illegali provenienti dall'Africa sub-sahariana. Critiche da parte dell'opposizione, ma solo caute condanne dagli altri leader africani. Che hanno la coda di paglia. 


La strage di immigrati ha tanti colpevoli. E non siamo noi
NAUFRAGIO IN CALABRIA

La strage di immigrati ha tanti colpevoli. E non siamo noi

A Cutro, località a una ventina di chilometri da Crotone (Calabria), un peschereccio si è spezzato in due a causa della forte mareggiata. Era carico di emigranti. Inevitabile la strage. Come sempre il naufragio, con decine di vittime, è l'occasione per colpevolizzare l'astratta "comunità internazionale" e l'Europa, si invocano le solite misure di cooperazione allo sviluppo per rimuovere le cause all'origine dell'emigrazione e ritorna in auge l'ideologia "immigrazionista". Meglio tornare alla realtà e abbandonare questi vecchi luoghi comuni, se vogliamo affrontare il problema. 


Attentato a Parigi: "effetto avverso" dell'immigrazione incontrollata
"silenzio, si sgozza"

Attentato a Parigi: "effetto avverso" dell'immigrazione incontrollata

L'11 gennaio un uomo ha accoltellato sette persone con un punteruolo alla Gare du Nord. Guarda caso sull'uomo pendeva un ordine di espulsione disatteso, come avviene nel 95% dei casi in Francia. Aggressione ben presto dimenticata dai media che tacciono sulle aggressioni compiute da immigrati.


Migranti, intesa tra Londra e Parigi. Roma non aspetti l’UE
L’ESEMPIO

Migranti, intesa tra Londra e Parigi. Roma non aspetti l’UE

Firmato un accordo tra il governo britannico e quello francese: il Regno Unito pagherà 72 milioni di euro alla Francia, che accrescerà i pattugliamenti sulle sue coste per impedire l’immigrazione illegale lungo la Manica. L’Italia è chiamata a fare lo stesso nel Mediterraneo, visto l’atteggiamento di Bruxelles.


L'emergenza non è il riscaldamento globale, ma l'inverno demografico
COME CAMBIA L'UE

L'emergenza non è il riscaldamento globale, ma l'inverno demografico

Secondo i dati Eurostat, per il secondo anno di fila il numero dei morti supera quello dei vivi. Nel 2020 si era registrato per la prima volta un calo della popolazione, dovuto soprattutto alla pandemia di Covid-19. Nel 2021 il vecchio continente ha ridotto la sua popolazione di 1,2 milioni di cittadini. Le istituzioni dell'Ue sono completamente disinteressate a questa tragedia demografica. Eppure ormai l'unico trend demografico col segno positivo è quello dell'immigrazione. Ma l'unica emergenza di cui si parla è quella climatica.
- VIDEO: TRE IDEOLOGIE CI PORTANO AL SUICIDIO DEMOGRAFICO, di Riccardo Cascioli

- FRANCIA, L'ABORTO NON È DIRITTO COSTITUZIONALE, di Tommaso Scandroglio
- REGNO UNITO, VIETATO PREGARE NELLE ZONE FRANCHE DELL'ABORTO, di E. Dovico


Ue: immigrati illegali in aumento. Italia, un colabrodo
RAPPORTO FRONTEX

Ue: immigrati illegali in aumento. Italia, un colabrodo

Il rapporto trimestrale redatto dall’agenzia europea per le frontiere (Frontex) ha rilanciato in Europa l’allarme per i flussi migratori illegali. La maggior parte arrivano attraverso la rotta balcanica e quella del Mediterraneo centrale. L'Italia è l'unico Paese europeo a tenere le porte spalancate (fino al prossimo governo). 


L'inverno demografico rende l'Europa un pezzo d'Africa
L'INTERVISTA/DANIEL PIPES

L'inverno demografico rende l'Europa un pezzo d'Africa

Daniel Pipes, giornalista e politologo statunitense, non è ottimista sul futuro dell'Europa. Immigrazione dall'Africa e islamizzazione stanno trasformando il Vecchio Continente. E non in meglio. Causa: l'inverno demografico. Complici: le "6P", cioè le sei classi intellettuali e politiche che costituiscono la nostra classe dirigente. 


Frontiere colabrodo e chi arriva non scappa da guerre
IL RAPPORTO DEL VIMINALE

Frontiere colabrodo e chi arriva non scappa da guerre

Il nuovo boom di immigrazione illegale in Italia è emerso chiaramente anche dal consueto rapporto annuale del Viminale. L'assalto alle coste italiane proviene da 4 direttrici marittime: Libia, Tunisia, Algeria e Turchia. Le nazionalità principali dei clandestini dimostrano che si tratta di migranti illegali ed economici: in nessuna delle nazioni coinvolte è attualmente in corso una guerra o vi sono carestie. Intanto il circuito dell'accoglienza continua a crescere: + 23,9% rispetto all'agosto del 2021. 


Frontex: si dimette il capo, vittima dell’immigrazionismo
IL CASO

Frontex: si dimette il capo, vittima dell’immigrazionismo

Fabrice Leggeri rassegna le dimissioni da direttore dell’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera. Tutto nasce da un’inchiesta giornalistica, che lo accusa di respingimenti illegali, e dal fuoco incrociato di vari europarlamentari e Ong.


Ondata di immigrati negli Usa, Biden apre le porte
CONFINE MESSICANO

Ondata di immigrati negli Usa, Biden apre le porte

Altro disastro in arrivo per l’amministrazione Biden. Mentre l’Europa è alle prese con l’ondata di profughi dall’Ucraina, negli Usa è aumentato il flusso di arrivi di immigrati dal Messico, a livelli mai visti. E non c’è neppure una guerra. Eppure Biden vuole abolire per il 23 maggio il Titolo 42 (espulsioni rapide) introdotto da Trump. Rivolta fra i Dems.


Italia, porta spalancata dell'immigrazione illegale in Europa
RAPPORTO FRONTEX 2021

Italia, porta spalancata dell'immigrazione illegale in Europa

Europa sempre più sotto assedio dei flussi migratori illegali. L'Ue paga il prezzo di non avere una politica comune di presidio delle frontiere. Cresce l'immigrazione via terra, alimentata dalla Bielorussia, riprendono le traversate dei Balcani, ma è soprattutto dal Mediterraneo centrale che arriva il grosso: un quarto del totale degli immigrati illegali dell'anno, circa 67mila (secondo il governo Draghi), su un totale di 200mila, approda sulle coste italiane. Il nostro è un Paese di prima linea e parrebbe incentivare, invece che contrastare, questo fenomeno. 


L'archiviazione del caso Sea Watch spalanca le porte dell'Italia
CAROLA RACKETE

L'archiviazione del caso Sea Watch spalanca le porte dell'Italia

Con motivazioni quali: salvare vite in mare è "un dovere", un obbligo sancito "dal diritto nazionale e internazionale del mare", il tribunale di Agrigento archivia il caso Sea Watch. La comandante Carola Rackete non verrà processata. Una sentenza che avrà delle conseguenze politiche immediate. Demolendo, di fatto, il decreto Sicurezza voluto da Salvini nel 2019, spalanca le porte del Paese all'immigrazione illegale. Che è già in aumento vertiginoso: gli sbarchi del 2021 sono il doppio di quelli dell'anno precedente e sei volte di più di quelli del 2019. 
- L'UNGHERIA INVECE AIUTA I CRISTIANI di Nico Spuntoni