Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Sant’Enrico II a cura di Ermes Dovico

Clima


I partiti, il clima e la crisi energetica. Ecco cosa ci promettono
LA BATTAGLIA DEL FUTURO

I partiti, il clima e la crisi energetica. Ecco cosa ci promettono

La crisi energetica è in cima alla lista delle priorità della maggioranza dei cittadini italiani ed è strettamente interconnessa col macro-tema delle politiche climatiche. L’impegno per la transizione verde è praticamente un obbligo europeo. Le differenze fra i partiti si possono vedere solo nei programmi su gas e nucleare, che rientrano nella tassonomia europea delle fonti sostenibili. Ecco una rassegna delle agende delle principali forze politiche.

VIDEO: VOTARE A SINISTRA È UN SUICIDIO ENERGETICO, di Riccardo Cascioli
- L'ITALIA È UNA COLONIA, di Rosalina Ravasio
- LA RAI FA PROPAGANDA A SINISTRA di Ruben Razzante
- DOSSIER ELEZIONI, CRITERI PER IL VOTO


Non c'è emergenza climatica, scienziati sfidano i catastrofisti
ANTICATASTROFISMO

Non c'è emergenza climatica, scienziati sfidano i catastrofisti

Alla Lettera aperta “allarmista” promossa da Repubblica risponde la Petizione Italiana sul Clima, con cui un gruppo di scienziati sfida i colleghi a confrontarsi sul terreno scientifico senza cedere a influenze politiche. Il World Economic Forum, che ha dato ampio spazio a Greta, sembra invece più impegnato a censurare chi non si piega alla parola d’ordine: “emergenza”.


La vera catastrofe è il catastrofismo climatico
AMBIENTALISMO

La vera catastrofe è il catastrofismo climatico

I cambiamenti climatici non sono una novità e hanno elementi positivi, non solo negativi. È la realtà dimenticata dagli allarmisti che, naturalmente, attribuiscono all'uomo la colpa del calore e della siccità. Non è capace di far piovere ma è colpevole della mancata pioggia: ecco l'altra faccia dell'illusione prometeica.


Dall’Ue alla Nuova Zelanda, l’ecologismo ignora la realtà
IDEOLOGIA VERDE

Dall’Ue alla Nuova Zelanda, l’ecologismo ignora la realtà

Si va dalla campagna contro la plastica alla demonizzazione di un gas vitale come la CO2, dall’imposizione delle auto elettriche agli insetti per alimenti, fino all’imposta sulle eruttazioni bovine di cui si discute in Nuova Zelanda. Un ecologismo spinto soprattutto da Ue e Onu, in barba agli almeno cinque miliardi di persone che non seguiranno queste follie.


Basta accusare l'uomo per un'emergenza climatica che non c'è
ECOLOGIA UMANA/2

Basta accusare l'uomo per un'emergenza climatica che non c'è

La transizione energetica viene ora identificata con la rinuncia ai combustibili fossili. La decarbonizzazione trova la sua giustificazione nell'ipotesi che le emissioni antropiche di CO2 siano una grave minaccia per il clima. Ma non ci sono prove sufficienti per affermarlo e i dati che abbiamo non dimostrano un'emergenza climatica.


CO2. Paesi ricchi, egoisti e in mala fede
Global warming

CO2. Paesi ricchi, egoisti e in mala fede

Svipop 05_10_2021 Anna Bono

Secondo i paesi poveri spetta a quelli ricchi fermare il riscaldamento del pianeta e aiutare i poveri a sopportare i danni dell’aumento delle temperature già verificatosi

 


Cambiamento climatico e biodiversità
Ambiente

Cambiamento climatico e biodiversità

Svipop 14_06_2021 Anna Bono

Un rapporto dell’Ipcc e dell’Ipbes pubblicato il 10 giugno evidenzia il rischio che certe iniziative contro il riscaldamento globale danneggino la biodiversità e gli ecosistemi


Fallita la Cop 25, l'utopia non tiene davanti alla realtà
CLIMA E AMBIENTE

Fallita la Cop 25, l'utopia non tiene davanti alla realtà

Un estenuante negoziato e due giorni extra di colloqui non hanno sortito alcun effetto: la Conferenza di Madrid sul clima ha chiuso rinviando tutto all'anno prossimo a Glasgow. Le spinte ecologiste che premono per un taglio drastico delle emissioni di CO2 devono fare i conti con la realtà: si tratta di politiche inutili per il clima e gravemente controproducenti per l'economia. Ma malgrado i fallimenti la propaganda non cesserà, anzi c'è da aspettarsi un aumento di intolleranza verso chi contesta le teorie sui cambiamenti climatici antropogenici.
- ALLA COP 25 IL MINISTRO FIORAMONTI STRAPARLA, di Anna Bono


Greta Thunberg in viaggio verso la Spagna su un catamarano
Fridays for Future

Greta Thunberg in viaggio verso la Spagna su un catamarano

Svipop 14_11_2019 Anna Bono

Disperava di riuscire a partecipare alla COP25, ma in aiuto a Greta Thunberg che non vuole viaggiare in aereo sono accorsi due youtuber che la porteranno in Europa a bordo di un catamarano

 

 


Trump lancia la sfida del clima e svela l'inganno
ACCORDI DI PARIGI

Trump lancia la sfida del clima e svela l'inganno

Con una lettera all'ONU, il presidente americano ha avviato l'iter per l'uscita dagli Accordi di Parigi sul clima che sarà definitiva il 4 novembre 2020, il giorno dopo le elezioni presidenziali USA. Una scelta coraggiosa, che va contro la cultura dominante, e che svela l'assurdità di obiettivi e condizioni degli Accordi sul clima. E negli Usa scoppia la "guerra del clima": un gruppo di politici locali e aziende si ribellano a Trump e vogliono essere riconosciuti come delegazione ufficiale negli incontri internazionali; dall'altra parte è stata depositata una denuncia contro l'ex presidente Obama perché la ratifica degli Accordi di Parigi sarebbe stata illegale.
- BRUCIA LA CALIFORNIA, MA NON C'ENTRA IL RISCALDAMENTO GLOBALE, di Stefano Magni
- IN ATTESA CHE PASSI LA BARBARIE AMBIENTALISTA, di Alberto Strumia


Le paure di Greta e l'Anticristo
ALTRI SCIOPERI

Le paure di Greta e l'Anticristo

Per manifestare contro i cambiamenti climatici si è arrivati a usare anche i bambini, non solo i giovani. Si tratta di un vero e proprio abuso. L’ecologismo fa presa su questa generazione perché la sicurezza è già da tempo il suo pallino. Ma è grave che anche la Chiesa si stia identificando in battaglie che sono solo secondarie.


Ma quale clima, la disgrazia dell'Africa è nei suoi leader
SUMMIT ONU

Ma quale clima, la disgrazia dell'Africa è nei suoi leader

Creato 23_09_2019 Anna Bono

Il Summit Onu sul clima, attualmente in corso, e lo sciopero dei giovani lo scorso venerdì sono altri due elementi di depistaggio a proposito delle vere cause della povertà di tanti popoli e della degradazione dell'ambiente. Che stanno nel sottosviluppo e nella corruzione e incompetenza dei loro stessi leader.