Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Santa Macrina la Giovane a cura di Ermes Dovico

Zelensky


Macron mette il turbo agli aiuti all'Ucraina. Finché tiene
GUERRA IN EUROPA

Macron mette il turbo agli aiuti all'Ucraina. Finché tiene

Istruttori per addestrare gli ucraini, nuovi aerei e armi: promesse di Macron, anche per non restare indietro nel flusso di investimenti negli armamenti. Ma in patria è in crisi nera.


C'è del marcio a Kiev: il generale Zaluzhny spedito a Londra
UCRAINA

C'è del marcio a Kiev: il generale Zaluzhny spedito a Londra

In Ucraina, annuncio sorprendente della nomina del generale Zaluzhny ad ambasciatore a Londra. L'ex comandante in capo avrebbe potuto essere un rivale del presidente. 


Ucraina-Russia: bombardamenti su città e retrovie
GUERRA IN EUROPA

Ucraina-Russia: bombardamenti su città e retrovie

Bombardamenti sulle città ucraine con droni e missili russi. Rappresaglia ucraina su Belgorod. Contro-rappresaglia russa su Kharkiv e Kiev. Le città sono tornate ad essere bersagli.


Kiev fa esplodere i Nord Stream e Berlino raddoppia gli aiuti
Masochismo tedesco

Kiev fa esplodere i Nord Stream e Berlino raddoppia gli aiuti

La Germania annuncia lo stanziamento di 8 miliardi all'Ucraina proprio mentre un'inchiesta attribuisce a servizi segreti e vertici militari ucraini la paternità dell'attacco ai gasdotti. Un paradosso geopolitico.


Guerra in Ucraina: negli USA il vento sta cambiando
info-war

Guerra in Ucraina: negli USA il vento sta cambiando

Negli Stati Uniti media e politica cambiano radicalmente l'approccio riguardo al conflitto in concomitanza con l'avvio della campagna elettorale per le presidenziali del prossimo anno.


Delusione e corruzione, in Ucraina è fuga dalla guerra
IL CONFLITTO

Delusione e corruzione, in Ucraina è fuga dalla guerra

Il recente scioglimento dei Comitati militari regionali deciso da Zelensky evidenzia il livello di corruzione alimentato dalle migliaia di uomini che cercano di sfuggire al fronte. E intanto il procuratore Gratteri lancia l'allarme sulle armi occidentali date a Kiev e già sul mercato nero, a disposizione delle mafie.


Negoziato per l'Ucraina a Gedda, come fare i conti senza l'oste
DIPLOMAZIA

Negoziato per l'Ucraina a Gedda, come fare i conti senza l'oste

A Gedda, in Arabia Saudita, si sono incontrate le delegazioni di 42 Paesi per discutere di un possibile negoziato di pace sull'Ucraina. Incontro di basso profilo e molti aspiranti mediatori che, per il loro ruolo, non prendono posizione. Turchia la più credibile. Russia non invitata.


Volinia, riconciliazione fra ucraini e polacchi nel nome di san Giovanni Paolo II
UCRAINA

Volinia, riconciliazione fra ucraini e polacchi nel nome di san Giovanni Paolo II

Zelensky e Duda, la Chiesa polacca e ucraina hanno reso omaggio alle vittime dello sterminio dimenticato dei polacchi in Volinia, ad opera degli ucraini nel 1943. Un percorso di riconciliazione avviato da san Giovanni Paolo II. 


Zuppi a Mosca, timidi segnali di apertura
RUSSIA-UCRAINA

Zuppi a Mosca, timidi segnali di apertura

Il risultato più importante della missione del cardinale Matteo Zuppi a Mosca è il fatto di aver avuto luogo. Cosa niente affatto scontata solo pochi giorni fa.


Battaglia a Belgorod, si combatte sul suolo russo
GUERRA IN EUROPA

Battaglia a Belgorod, si combatte sul suolo russo

Mentre viene rimandata ancora l'offensiva ucraina, ormai attesa per l'estate, si combatte ancora al confine russo-ucraino nella provincia di Belgorod. A combattere sono volontari russi di estrema destra, con addestramento, armi ed equipaggiamenti ucraini. Ma anche occidentali. 


Zelensky vedrà il Papa? I russi confermano
udienza

Zelensky vedrà il Papa? I russi confermano

Oltre a Meloni e Mattarella, il presidente ucraino potrebbe incontrare Papa Francesco. La probabile visita in Vaticano è data per certa dall'agenzia Tass e avverrebbe a poca distanza dal colloquio tra il pontefice e l'ambasciatore russo, nonché dalla smentita sulla presunta missione di pace della Santa Sede.


Perché l'attacco al Cremlino può essere realmente ucraino
GUERRA PSICOLOGICA

Perché l'attacco al Cremlino può essere realmente ucraino

I media occidentali paiono concordi nel condividere la tesi complottista, secondo cui l'attacco al Cremlino, con due droni, sarebbe opera dei russi stessi per galvanizzare la loro opinione pubblica. Eppure finora gli ucraini hanno dimostrato di avere sia la capacità che la volontà di compiere simili attacchi.