Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Gregorio VII a cura di Ermes Dovico

Siria


I vescovi maroniti libanesi chiedono il rimpatrio sicuro e dignitoso  dei rifugiati siriani
Libano

I vescovi maroniti libanesi chiedono il rimpatrio sicuro e dignitoso dei rifugiati siriani

Il presidente libanese Aoun parlando all’Onu ha detto che i rifugiati siriani ormai sono una seria minaccia per il suo paese. La Conferenza dei vescovi concorda e sollecita il loro rimpatrio

 


Erdogan vuole altro denaro dall’Europa per fermare gli emigranti irregolari
Turchia

Erdogan vuole altro denaro dall’Europa per fermare gli emigranti irregolari

Incassati dall’Unione Europea quasi tutti i sei miliardi di euro concordati nel 2016 per fermare gli emigranti irregolari, la Turchia tenta di negoziare un nuovo accordo miliardario


Israele, guerra all'Iran in tre paesi
MEDIO ORIENTE

Israele, guerra all'Iran in tre paesi

Raid israeliani in Siria e Libano (confermati) e in Iraq per colpire obiettivi iraniani. Un'azione difensiva per sventare un imminente attacco iraniano, dice Israele. Ma nei tre paesi colpiti, invece, monta la rabbia contro Israele. Di sicuro il clima nella regione si è fatto rovente.


Il Libano rimpatria i rifugiati siriani
Rifugiati

Il Libano rimpatria i rifugiati siriani

Tensioni interne, ostilità crescente nei confronti dei rifugiati e una seria crisi economica inducono il governo libanese a rimpatriare i rifugiati e gli immigrati irregolari siriani


"Papa con i ribelli", polemiche per la lettera ad Assad
SIRIA

"Papa con i ribelli", polemiche per la lettera ad Assad

Polemiche per la lettera del Papa al presidente siriano Assad, in cui chiede di porre termine alla catastrofe umanitaria nella provincia di Idlib, dove il governo sta cercando di riconquistare l'ultima roccaforte in mano agli estremisti islamici.


Gli operatori umanitari sempre più spesso rischiano la vita
Aiuti internazionali

Gli operatori umanitari sempre più spesso rischiano la vita

Svipop 24_07_2019 Anna Bono

 

Nel 2018 sono stati uccisi 126 operatori umanitari mentre prestavano soccorso a persone vittime di guerra e di catastrofi naturali. Nel 2019 il numero delle vittime potrebbe essere ancora più elevato


Attentato a una chiesa siro-ortodossa
Siria

Attentato a una chiesa siro-ortodossa

È stato rivendicato dall’Isis l’attentato realizzato a Qamishli con una autobomba contro la chiesa siro-ortodossa dedicata alla Vergine Maria

 


Verso il raduno del Verbo Incarnato, miniera di vocazioni
L’EVENTO

Verso il raduno del Verbo Incarnato, miniera di vocazioni

Dal 30 luglio al 3 agosto, laici e religiosi provenienti da tutto il mondo si riuniranno a Roma per il grande raduno della Famiglia religiosa del Verbo Incarnato, presente nei 5 continenti e operante soprattutto in realtà di missione, spesso in situazioni estreme, come la Striscia di Gaza e la Siria. L’evento romano sarà un modo per ringraziare Dio del carisma ricevuto.


Nella battaglia di Idlib lo scontro tra Russia e Turchia
SIRIA

Nella battaglia di Idlib lo scontro tra Russia e Turchia

Lo scontro riaccesosi nei governatorati di Idlib e Hama tra le forze fedeli al presidente siriano, Bashar Al-Assad, e l’opposizione, che sta colpendo numerosi obiettivi civili, viola il cessate il fuoco imposto a settembre da Russia e Turchia che ora, da alleate, tornano a dividersi sugli obiettivi.


Caritas Libano chiede un programma serio di rimpatrio dei rifugiati siriani
Libano. Emergenza rifugiati

Caritas Libano chiede un programma serio di rimpatrio dei rifugiati siriani

 

Il rientro in patria di pochi migliaia di rifugiati non risolve l’emergenza pressoché insostenibile di 1,5 milioni di siriani tuttora nei campi libanesi in un paese di 4,5 milioni di abitanti


Forse anche padre Dall’Oglio è tra gli ostaggi ancora prigionieri dell’Isis
Siria

Forse anche padre Dall’Oglio è tra gli ostaggi ancora prigionieri dell’Isis

Rinasce la speranza che padre Dall’Oglio, rapito dall’Isis nel 2013, sia ancora vivo. Secondo fonti curde sarebbe uno degl ostaggi di cui Isis e forze curdo-arabe stanno trattando la liberazione

 


Trump agli europei: i foreign fighters sono roba vostra
SIRIA

Trump agli europei: i foreign fighters sono roba vostra

Siria: gli 800 miliziani jihadisti, “foreign fighters” di nazionalità europea, prigionieri delle truppe americane e delle forze curde, potrebbero essere riconsegnati alla giustizia dei paesi di provenienza. L'ha annunciato Donald Trump con un tweet, dove ribadisce anche l'intenzione del ritiro "dopo la vittoria al 100%" sul Califfato. Silenzio europeo.