Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Marco a cura di Ermes Dovico

Salvezza

Il pensiero dell'inferno è forse l'ultima chiamata della grazia
i novissimi

Il pensiero dell'inferno è forse l'ultima chiamata della grazia

In un'omelia del 1919 il beato Rupert Mayer espone la tremenda verità della dannazione eterna: una realtà che fa paura, ma è un timore salutare, che può spingere alla conversione e quindi alla salvezza. 


Il filosofo Hadjadj spiega dove sta la vera gloria
IL LIBRO

Il filosofo Hadjadj spiega dove sta la vera gloria

Nel saggio A me la gloria, l’autore francese, com’è nel suo stile, procede per intuizioni, immagini e paradossi. La gloria dei pagani e quella dei cristiani non coincidono: per i primi la si conquista con uno sforzo; i secondi, invece, la ricevono in dono, purché ne riconoscano la sorgente.


L’alluvione e il Crocifisso che ricorda la via per la salvezza
GERMANIA

L’alluvione e il Crocifisso che ricorda la via per la salvezza

In mezzo alle devastazioni, con oltre 180 vittime, causate dalle alluvioni dei giorni scorsi in Belgio e Germania, c’è un segno che si staglia a Weindorf Rech: Gesù Crocifisso, con accanto la Madre e san Giovanni. Un segno che sta lì a ricordare, alla “sapienza” del mondo che rifiuta la Croce, la via stretta che conduce alla salvezza. Eterna.


Avvento, apriamo il cuore a Gesù che bussa
LA MEDITAZIONE

Avvento, apriamo il cuore a Gesù che bussa

Come san Giovanni Battista preparò i sentieri alla venuta del Messia, atteso da quattromila anni, così le quattro settimane di Avvento sono occasione per ricevere Gesù, adesso, nella nostra vita. Il Signore bussa sempre alle porte dei nostri cuori e accoglierlo oggi significa gioire pienamente con Lui alla fine dei tempi. L’Avvento ci chiama alla purificazione attraverso la preghiera e una sincera confessione, che ci riempiono della grazia di Cristo.


Come pellegrini in attesa del Dio che viene
I DOMENICA DI AVVENTO

Come pellegrini in attesa del Dio che viene

Dio non è apparso come una cometa, ma ha scelto di irrompere in modo inaudito nella storia, facendosi carne attraverso una donna. La spiritualità, allora, deve seguire la legge dell’Incarnazione per essere cristiana. La novità di Cristo non consiste infatti in una mera prospettiva umana (come un’ideologia), ma è Dio stesso che cambia, da dentro, la storia. L’Avvento ci dice quindi che l’uomo non deve essere un viandante senza meta, ma un pellegrino che va verso l’incontro che dà senso alla vita.


La Natività di Maria, inizio di una nuova creazione
LA FESTA

La Natività di Maria, inizio di una nuova creazione

Lungi dall’essere un semplice “compleanno”, la festa odierna celebra il riscatto del mondo decaduto, il principio della salvezza. Perciò la liturgia siro-occidentale ha una preghiera, il Sedro, che per la Natività di Maria non teme di richiamare il versetto di un salmo normalmente riferito alla Risurrezione. I libri di storia non ne parlano, ma la nascita della Madre di Dio ci dice che il maligno è sconfitto e la creazione rinnovata
MARIA NEL TEATRO, UNA STORIA LUNGA SECOLI, di Antonio Tarallo