• Spagna

Niente multa per la dottoressa che aiuta i gay

Elena Lorenzo è una professionista che aiuta le persone omosessuali. Un Tribunale spagnolo, applicando la legge sull'omofobia, l'aveva condannata ad una multa di 20mila euro. Ora, dopo 5 anni di agonia, la Camera del Contenzioso Amministrativo della Corte Superiore di Giustizia della Comunità di Madrid ha deciso che quei soldi le devono essere restituiti.

Secondo la Lorenzo quella multa rappresenta "un monito molto serio per quelli di noi che la pensano diversamente, affinché rispettino queste norme tramite la paura e il silenzio". La legge sulla omofobia in realtà non fa il bene delle persone gay infatti “limita e vuole eliminare la libertà degli omosessuali e degli eterosessuali come individui, sanzionando un'attività in cui molte persone hanno trovato la libertà di cercare aiuto”.

Purtroppo non ci sono solo luci, ma anche qualche ombra, pure bella grossa. Infatti la Lorenzo afferma: “L'importante è la persona. Lavoro con chi chiede aiuto, sia con chi si considera gay e vuole rimanerlo, sia con chi prova desideri omosessuali e non lo vuole per sé. Entrambi hanno perfettamente ragione”. Insomma il bene della persona sarebbe quello scelto dalla persona stessa per sé, non il suo vero bene oggettivo.