Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Marco a cura di Ermes Dovico

Solidarity Encounter Party

Messico, dire no all'adozione gay è discriminatorio

In Messico il Partito dell'incontro solidale è contro l'adozione delle coppie gay. Il Tribunale elettorale ha deciso che i suoi annunci elettorali "contengono dichiarazioni e immagini di natura offensiva e/o denigratoria".

Gender Watch 24_11_2021

In Messico il Partito dell'incontro solidale è contro l'adozione delle coppie gay e l’aborto. Durante le elezioni questo partito ha confezionato slogan come il seguente: "C'è solo una madre, non due. C'è solo un padre, non due". Il Tribunale elettorale ha deciso che tali slogan "contengono dichiarazioni e immagini di natura offensiva e/o denigratoria. Sebbene sia lecito e auspicabile esporre le idee e le opinioni dei partiti politici che riflettono le loro ideologie fondanti, non possono contengono dichiarazioni e immagini offensive, denigratorie e/o discriminatorie che non sono necessarie per esprimere la loro posizione ideologica. In caso di adozione da parte di partner omosessuali, la Camera superiore del tribunale ha stabilito che gli annunci vietati superano i limiti della libertà di parola perché includono contenuti discriminatori".

Dunque qualsiasi posizione critica nel confronti dell’omosessualità è di per se stessa discriminatoria. Ergo le persone sono obbligate o a cambiare idea se nutrono riserve sull’omosessualità oppure a non manifestare le proprie idee contrarie al politicamente corretto. Questa si chiama censura e dittatura.