• C'è chi dice no

Lituania, niente unioni civili

Il presidente lituano Gitanas Nausėda non ha firmato la legge sulle unioni civili. Il disegno di legge definisce unione civile “la convivenza di due persone registrate secondo la procedura stabilita dagli atti giuridici, al fine di stabilire e (o) sviluppare e tutelare il rapporto tra i partner".

Il presidente ha dichiarato: “Non l'avrei firmato perché pressochè livella le definizioni di matrimonio e unione. In altre parole, la definizione di unione è in effetti la stessa di quella di matrimonio".

Dopo questa notizia positiva però ne arriva una negativa. Il presidente è comunque favorevole a varare una legge sulle unioni civili. La solita questione del male minore.