Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Guglielmo da Vercelli a cura di Ermes Dovico
SCHEGGE DI VANGELO

La morte improvvisa

Ma essi non vollero riceverlo (Lc 9,53)

Schegge di vangelo 03_10_2023 English Español

Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato elevato in alto, Gesù prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme e mandò messaggeri davanti a sé. Questi si incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per preparargli l'ingresso. Ma essi non vollero riceverlo, perché era chiaramente in cammino verso Gerusalemme. Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: «Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?». Si voltò e li rimproverò. E si misero in cammino verso un altro villaggio. (Lc 9,51-56)

Gesù non vuole mai la morte del peccatore, soprattutto qui non vuole la morte immediatamente consecutiva al rifiuto che gli abitanti di Samaria manifestano nei Suoi confronti, perché vuole dare loro la possibilità di pentirsi come fece con la samaritana al pozzo di Giacobbe. Del resto, se non ci desse più possibilità, chi potrebbe salvarsi? Ora è chiaro perché non c’è morte peggiore della morte improvvisa. Non lascia spazio al pentimento, privandoti della possibilità di pentirti davvero per l'imminenza del giudizio sulla tua anima. A subitanea morte, libera nos, Domine.