Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Sant’Agostino di Canterbury a cura di Ermes Dovico
APPUNTAMENTO

«La Babele sinodale», convegno della Bussola a Roma

Ascolta la versione audio dell'articolo

Alla vigilia di un Sinodo che si presenta più che blindato per garantire i risultati voluti, la Bussola organizza un convegno per fare emergere la vera posta in gioco. Il 3 ottobre al Teatro Ghione alle 16 con il cardinale Raymond L. Burke, padre Gerald Murray, il professor Stefano Fontana.
- Nasce "La Bussola mensile", rivista di formazione apologetica

Ecclesia 07_09_2023 English Español

Nella conferenza stampa sull’aereo di ritorno dalla Mongolia, papa Francesco è stato chiaro: anche la comunicazione di quanto avviene al Sinodo sulla sinodalità sarà rigidamente controllata. I giornalisti dovranno accontentarsi dei comunicati quotidiani ufficiali, perché qualsiasi altro tentativo di informare su quanto avviene veramente all’interno, quindi anche diverse posizioni che dovessero emergere, sarebbe «pettegolezzo», «chiacchiericcio politico».

Con questa visione quantomeno originale del giornalismo si rafforza la convinzione che il Sinodo sarà tutt’altro che aperto e sinodale, ma ben blindato e già indirizzato verso esiti voluti, più ancora dei Sinodi precedenti. E qualsiasi domanda o dubbio sulla coerenza di quanto si vuol ottenere con ciò che la Chiesa ha insegnato per duemila anni è già stata bollata come «ideologia» (vedi sempre la conferenza stampa succitata). Del resto sia nella preparazione che nella composizione dell’assemblea sinodale papa Francesco si è ben assicurato che - dai relatori ai partecipanti – ci sia una ben solida maggioranza favorevole alle “novità suggerite dallo Spirito” che, guarda caso, coincidono con le vecchie rivendicazioni di pastori e teologi liberal che odiano posizioni conflittuali con il mondo.

Anche se la maggioranza dei fedeli è lontana dal dibattito sul Sinodo, sui suoi contenuti, sul significato di sinodalità, ciò nondimeno quello che avverrà a Roma dal 4 al 29 ottobre avrà effetti importanti sulla vita della Chiesa, sulla sua comprensione di se stessa, sulla missione nel mondo. E questa blindatura del Sinodo, con il bavaglio anche alla comunicazione, non è certo di buon auspicio, oltre che una evidente contraddizione con i presunti propositi: se sinodalità vuol dire anche apertura al contributo di tutti quanti vivono nella Chiesa e un dialogo aperto e franco, quello che sta avvenendo è esattamente il contrario.

È per questo che la Bussola organizza un Convegno internazionale a Roma, proprio alla vigilia dell’apertura del Sinodo. “La Babele sinodale” s’intitola, perché la confusione (questo è il significato a cui rimanda la parola Babele in ebraico) in cui si trova la Chiesa è il tratto più evidente che caratterizza questo Sinodo, in cui sembra che si voglia sostituire la dottrina di Dio con dottrine di uomini. Si fa perfino difficoltà a riconoscere una continuità tra questo Sinodo e l’intenzione con cui Paolo VI l’aveva istituito, per non parlare dei sinodi celebrati nel corso della Storia della Chiesa.

Il convegno della Bussola sarà quindi occasione di approfondimento per comprendere la vera posta in gioco nel Sinodo.

Si svolgerà il 3 ottobre con inizio alle 16 al Teatro Ghione, in via delle Fornaci 37, a due passi da Piazza San Pietro. Sono previsti gli interventi del cardinale Raymond L. Burke, del canonista padre Gerald Murray e del professor Stefano Fontana, editorialista della Bussola.

Il convegno sarà anche l’occasione di presentare la nuova rivista di formazione apologetica La Bussola mensile, che inizia le sue pubblicazioni proprio con il numero di ottobre. In questo esordio il primo piano è dedicato appunto al Sinodo.

Partecipando al convegno si potrà ricevere una copia saggio e sottoscrivere l’abbonamento.

Al convegno del 3 ottobre l’ingresso è libero.
Per l’accredito per stampa e tv scrivere a eventi@lanuovabq.it



DA OTTOBRE

Nasce "La Bussola mensile", rivista di formazione apologetica

31_08_2023 Riccardo Cascioli

Cresce la famiglia della Bussola: da ottobre un mensile cartaceo per riproporre in modo semplice ma rigoroso l'insegnamento perenne della Chiesa e le ragioni che fondano la nostra fede. È la roccia su cui ricostruire in un momento di grave confusione nella Chiesa. Presentazione ufficiale a Roma il 3 ottobre, con un Convegno dedicato al Sinodo.

i nomi

Sinodo, nomine pilotate. Poi dicono che è lo Spirito Santo

10_07_2023 Stefano Fontana

L’andamento delle nomine per il nuovo Sinodo manifesta una volontà di conduzione preordinata. Com'è possibile nominare i propri partigiani con criteri politici e di potere e poi sostenere che le loro parole andranno prese come la voce dello Spirito Santo?

i membri

No global, contestatori e pro Lgbt: al Sinodo sfilano volti poco sinodali

08_07_2023 Nico Spuntoni

Sconcerto per la nomina, tra gli invitati speciali del Sinodo, del bestemmiatore Luca Casarini. Ma anche sul versante ecclesiale le cose non vanno meglio: gli attivisti della causa gay Martin, De Kesel e Inogés Sanz sono stati voluti personalmente da Bergoglio. E c'è anche il teologo Dianich, che firmò il documento di dissenso contro Ratzinger e san Giovanni Paolo II. 

finestre di overton

Se votano anche i laici non è più il Sinodo "dei Vescovi"

28_04_2023 Luisella Scrosati

Cambiano le carte in tavola a processo sinodale in corso: quote rosa e quote laiche snaturano di fatto l'organismo istituito da San Paolo VI e normato dal diritto canonico. E se è chiaro dove si vuole andare a parare, tiriamo però un sospiro di sollievo: un'assemblea così ridefinita non "fa" magistero.