Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Galdino a cura di Ermes Dovico

Comunità shalom


Servono paletti se le notizie false danneggiano i più deboli
la lettera

Servono paletti se le notizie false danneggiano i più deboli

La proposta di legge sulla diffamazione giornalistica richiama alla mente il "caso" costruito sulla Comunità Shalom: un esempio di giornalismo che punta alla gogna mediatica più che all'informazione. A danno degli stessi ragazzi in cura.


Il Re della Storia è Uno che "scrive dritto su righe storte"
la lettera

Il Re della Storia è Uno che "scrive dritto su righe storte"

L'augurio per il nuovo anno è non aver paura di ritrovarsi gettati a terra perché solo così si può rimbalzare verso l'alto. Non si può restare fermi, occorre combattere con fede, alimentando la speranza.


Minacce e calunnie contro la Shalom, la sorte del cristiano
LA LETTERA

Minacce e calunnie contro la Shalom, la sorte del cristiano

Fin da quando è stata aperta la Comunità Shalom, le minacce sono state una costante. Ma questa è la sorte del cristiano che cerca di fare del bene e non si adegua al degrado del pensiero unico, veicolato dai mass-media.


Il male e la menzogna si fanno "scacco matto" da soli
lettera

Il male e la menzogna si fanno "scacco matto" da soli

La triste realtà del male ci accompagna dalla nascita al tramonto. Satana, il "mentitore" e il "divisore" per eccellenza, sembra spesso prevalere, infangando chi fa il bene e minacciando di dominare il futuro. Ma la risurrezione di Cristo ha capovolto gli schemi.


«Ma quali vittime di Shalom, eravamo d'accordo a fare quei video»
ESCLUSIVO

«Ma quali vittime di Shalom, eravamo d'accordo a fare quei video»

Le presunte vittime nei filmati presentati da Piazza Pulita (La7) per dimostrare le violenze perpetrate all'interno della Comunità di recupero Shalom, smentiscono tutto: "Eravamo d'accordo, era un gioco". E decine di foto smontano le accuse dell'ex ospite che aveva dichiarato in trasmissione di essere sottoposto a continue violenze. 
- DOSSIER: Shalom, verità vs menzogna


Dall’inferno alla rinascita: «Noi, salvati dalla Comunità Shalom»
LE TESTIMONIANZE

Dall’inferno alla rinascita: «Noi, salvati dalla Comunità Shalom»

Eva, Ester, Alessandro, Giovanni: quattro volti, quattro storie che raccontano cosa è veramente la comunità fondata da suor Rosalina Ravasio. «Siamo arrivati distrutti, vuoti, ora abbiamo ritrovato la dignità e siamo pieni di cose belle». La preghiera, la scuola, il lavoro. Suor Lisa Bianco: «La cosa più difficile è entrare nel cuore di queste ragazze, sporcarsi le mani con il loro dolore».
- LE STORIE IN VIDEO: Eva, Irena (Ester), Alessandro, Giovanni, Suor Lisa
- «A SHALOM MIO FIGLIO È NATO UNA SECONDA VOLTA»,
di Sonia Zanandrea
- «SUOR ROSALINA NON È SUORA»: I DELIRI DI FANPAGE E FORMIGLI


«Formigli e Fanpage hanno usato video manipolati contro Shalom»
IL CASO

«Formigli e Fanpage hanno usato video manipolati contro Shalom»

I video mostrati a Piazza Pulita lo scorso giovedì per dimostrare le violenze perpetrate nella Comunità Shalom sono manipolati. La Bussola ha potuto vedere uno dei video integrali che dimostrano chiaramente che le scene, per quanto di cattivo gusto, sono concordate fra tutti i protagonisti in un contesto amichevole. E uno dei protagonisti confessa: stanno usando spezzoni di video per attaccare la Comunità che ci ha aiutato.
- LETTERA: «Io, protagonista dei video, dico: è tutto falso»


L’attacco a Shalom? Perché distingue il bene e il male
TV GROTTESCA

L’attacco a Shalom? Perché distingue il bene e il male

Nell’ultima puntata di Piazza Pulita dedicata alla Comunità Shalom, tre temi hanno fatto da filo rosso: l’assenza dello Stato, la scienza e una visione popperiana della violenza, o presunta tale. Il problema di suor Rosalina, per Formigli & Co, è che distingue tra bene e male. E poco importa se salva la vita di migliaia di giovani.
- IL DOSSIER. SHALOM, VERITÀ CONTRO MENZOGNA


Shalom, ad Avvenire non interessa la verità ma il Potere
UN ARTICOLO A SENSO UNICO

Shalom, ad Avvenire non interessa la verità ma il Potere

Avvenire si unisce allo scempio contro Shalom con un articolo a senso unico, impreciso e tendenzioso e che non tiene conto delle tante evidenze emerse dalla macchinazione di FanPage e Piazza Pulita. Minimizzata la smentita puntuale di suor Rosalina ad ogni accusa e nascoste le decine di testimonianze fornite da ex ospiti e genitori. Così il quotidiano dei vescovi si pone come l'"utile idiota" a cui non sta a cuore la verità, ma solo fare bella figura col potere.

- IL DOSSIER. SHALOM, VERITÀ CONTRO MENZOGNA


Piazza Pulita lo dimostra: Comunità Shalom dà fastidio
ATTACCO CONTINUO

Piazza Pulita lo dimostra: Comunità Shalom dà fastidio

Nella seconda puntata dedicata alla Comunità Shalom, il programma condotto da Corrado Formigli ha presentato un filmato con le violenze contro due ragazzi della Comunità Shalom, provocando una telefonata in diretta di suor Rosalina scioccata e addolorata per prima da quanto visto. Ma poi emerge la realtà di un filmato realizzato apposta per colpire la Comunità. Chi sta conducendo questo gioco?
- SHALOM: NON "FILMATI HORROR" MA UNO "SCHERZO CONCORDATO"
- DOSSIER: Shalom, verità contro menzogna


Shalom, la rivolta di famiglie ed ex contro Formigli e FanPage
IL FALSO SCANDALO

Shalom, la rivolta di famiglie ed ex contro Formigli e FanPage

Alla conferenza stampa convocata da suor Rosalina Ravasio per rispondere alle gravissime accuse lanciate da Piazza Pulita su La7, Corrado Formigli e una troupe di FanPage si sono ritrovati a fare i conti con ex ospiti e genitori che hanno contestato le loro menzogne e presentato una realtà di accoglienza e rinascita ben diversa da quella dipinta in tv.
- ECCO LA VERITÀ SU SHALOM, di suor Rosalina Ravasio
- VIDEO: FORMIGLI, IL GRANDE GIORNALISTA CHE NON VERIFICA LE FONTI, di Riccardo Cascioli
- VIDEO: QUANDO I GIORNALISTI DI FANPAGE FRIGNANO


Facile curare a parole, ma educare è un'altra cosa
lettera

Facile curare a parole, ma educare è un'altra cosa

Suor Rosalina Ravasio risponde alle recenti illazioni televisive con una nuova lettera e con i fatti: non solo disintossicare, ma restituire ai ragazzi un nuovo equilibrio che sradichi definitivamente il disordine e la violenza.