Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Romano di Condat a cura di Ermes Dovico
Cristiani Perseguitati
a cura di Anna Bono
Nicaragua

Smentita la liberazione di monsignor Alvarez

Il vescovo di Matagalpa detenuto in Nicaragua su ordine del regime del presidente Daniel Ortega si trova tuttora nel carcere di massima sicurezza La Modelo

 

La notizia della scarcerazione, insieme a cinque sacerdoti, del vescovo di Matagalpa monsignor Rolando Alvarez, che era circolata in Nicaragua il 5 luglio, è stata smentita. Monsignor Alvarez, condannato a oltre 26 anni di carcere dal regime del presidente Daniel Ortega, è tuttora detenuto nel Sistema Penitenziario Nazionale, il carcere di massima sicurezza noto come La Modelo. A dare la smentita con un comunicato all’emittente radiofonica La Corporacion è stato il cardinale nicaraguense Leopoldo Brenes, vescovo della capitale Managua che ha definito la notizia “pura speculazione”. Anche il vescovo ausiliare di Managua, Silvio Bàez, in esilio forzato a Miami dallo scorso febbraio, ha confermato il mancato rilascio aggiungendo: “mi auguro sinceramente che lo vedremo presto libero grazie alla sua profonda fede e alla preghiera incessante del popolo di Dio. Invito tutta la Chiesa a sperare in Dio e continuare a pregare per lui”. È vero invece che cinque sacerdoti sono stati scarcerati. Si tratta di Manel Salvador Garcìa Rodriguez, parroco della chiesa Jesús de Nazareno, nel comune di Nandaime, dipartimento di Granada; José Leonardo Urbina ex parroco della Chiesa del Perpetuo Soccorso a Boaco, nella diocesi di Granada; il pastore Eugenio Rodríguez Benavides, ex parroco della parrocchia Divina Providencia de Jalapa nel municipio di Nueva Segovia, appartenente alla diocesi di Estelí; Leonardo Guevara Gutiérrez, sacerdote della cattedrale di Estelí; e Jaime Iván Montesinos, parroco della parrocchia di San Juan Pablo II, municipio di Sébaco, dipartimento di Matagalpa.