Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Leonida di Alessandria a cura di Ermes Dovico

La lettera

Che risparmino almeno Giovanni Battista

In questi giorni il Messale ripropone spesso la figura di san Giovanni Battista. Speriamo che nessuno al Ddf pensi di usarlo per esortare i cattolici a una moderna “conversione”…

Caro Direttore, 

in questi giorni le letture della Messa propongono con insistenza la figura di Giovanni Battista. 

E la cosa, visti i tempi, comincia a darmi qualche preoccupazione.

Visti i flop di alcune recenti Dichiarazioni, Note, eccetera, tutte sviluppate senza alcun fondamento magisteriale e scritturistico, non vorrei che, per recuperare, qualche mente del Dicastero per la Dottrina della Fede buttasse giù in una giornata uggiosa come oggi una Nota, tipo “Grylli Farina”, per implementare su basi scritturistiche (“Giovanni si vestiva di peli di cammello, con una cintura di pelle ai fianchi e si nutriva di locuste e miele”) la necessità di una improrogabile e necessaria conversione dieto-ecologica dei cattolici.

omo salvatico