Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Santa Macrina la Giovane a cura di Ermes Dovico
SCHEGGE DI VANGELO

A casa nostra

Una volta cresciuto (Mt 13,32)

Schegge di vangelo 31_07_2023

In quel tempo, Gesù espose alla folla un’altra parabola, dicendo: «Il regno dei cieli è simile a un granello di senape, che un uomo prese e seminò nel suo campo. Esso è il più piccolo di tutti i semi ma, una volta cresciuto, è più grande delle altre piante dell’orto e diventa un albero, tanto che gli uccelli del cielo vengono a fare il nido fra i suoi rami». Disse loro un’altra parabola: «Il regno dei cieli è simile al lievito, che una donna prese e mescolò in tre misure di farina, finché non fu tutta lievitata». Tutte queste cose Gesù disse alle folle con parabole e non parlava ad esse se non con parabole, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta: «Aprirò la mia bocca con parabole, proclamerò cose nascoste fin dalla fondazione del mondo». (Mt 13,31-35)

 

Gesù ci dice che il regno dei cieli è come una scintilla di vita divina che dall’alto dei cieli è arrivata fino a noi per renderci partecipi della bontà e della bellezza di Dio. L’uomo dunque era stato pensato come il giardiniere della Creazione, e la donna come la massaia di tutti i viventi, custodi preziosi di queste scintille pure e buone. Possiamo ancora tornare a questa realtà, anche nelle nostre case, tutte le volte che strettamente uniti a Gesù facciamo fruttificare le Sue parole. Sei pronto a fare il tuo dovere di cristiano?