Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Gabriele dell’Addolorata a cura di Ermes Dovico

Danimarca

Groenlandia, scoppia il nuovo caso di eugenetica razzista
CONTRACCEZIONE FORZATA

Groenlandia, scoppia il nuovo caso di eugenetica razzista

La “campagna della spirale”, in Groenlandia, è stata condotta dal 1966 alla metà degli anni 70: la pratica di applicare la spirale contraccettiva a inconsapevoli ragazzine di etnia inuit, appena entrate nella pubertà. Oggi scoppia il caso, con la richiesta di risarcimento di 67 vittime.


Il doppio standard morale sulle profanazioni religiose del Corano
SCANDINAVIA E BLASFEMIA

Il doppio standard morale sulle profanazioni religiose del Corano

Le profanazioni del Corano, in Svezia e Danimarca, pongono un problema. I Paesi occidentali ormai tollerano, non solo la blasfemia, ma anche il vandalismo contro le chiese. I Paesi islamici, che chiedono più difese per i simboli sacri, in casa perseguitano i cristiani con l'accusa di blasfemia.


Covid, la Danimarca dà l’esempio: stop vaccini ai minori
LA DECISIONE

Covid, la Danimarca dà l’esempio: stop vaccini ai minori

Le autorità sanitarie danesi hanno deciso di interrompere la vaccinazione anti-Covid per i minori di 18 anni. Semplice la base scientifica: «Bambini e giovani solo molto raramente si ammalano gravemente di Covid-19 con la variante Omicron». Recepito così il parere di studiosi seri sul rapporto benefici-rischi. Il direttore generale dell’Autorità generale danese, Søren Brostrøm, ha ammesso in Tv che vaccinare i minori contro il Covid è stato un errore.


Omicron, perché gli altri riaprono e noi chiudiamo
COVID E POTERE

Omicron, perché gli altri riaprono e noi chiudiamo

Mentre in Italia entrava in vigore l’obbligo vaccinale per gli over 50, in Danimarca cessavano anche le ultime restrizioni. E l'Italia ormai è l'eccezione, non la regola. In quasi tutta l'Europa le restrizioni sono più blande, sono state allentate o eliminate del tutto. Perché da noi la pandemia è più forte? No, per motivi politici e ideologici. 


C'è del buono in Danimarca che mette ordine all'immigrazione
RIFUGIATI E RICHIEDENTI ASILO

C'è del buono in Danimarca che mette ordine all'immigrazione

Esteri 07_06_2021 Anna Bono

Una nuova legge della Danimarca blocca l'arrivo nel Paese degli emigranti illegali che si dichiarano profughi e chiedono asilo. La verifica sul loro status e sulla legittimità della richiesta di protezione va fatta fuori dai confini danesi e di quelli comuni dell'Ue. Protesta da parte dell'Onu. Eppure la Danimarca rispetta la convenzione per i rifugiati


Danimarca, giro di vite su ghetti e immigrati
NUOVE MISURE

Danimarca, giro di vite su ghetti e immigrati

Il governo danese, a guida socialdemocratica, ha annunciato nuove misure per limitare le “società religiose e culturali parallele”. Si punta innanzitutto a ridurre la percentuale di immigrati “non occidentali”. Preoccupa la non integrazione dei musulmani e l’ingerenza dell’islam politico, che rischia di fare della Danimarca una nuova Francia.


Stupri, sterilizzazioni e aborti: il piano danese
UTOPIE DISUMANE

Stupri, sterilizzazioni e aborti: il piano danese

Dopo la Prima Guerra Mondiale ci si chiedeva come estirpare il male dall'uomo. Quando la risposta dimentica Dio si generano soluzioni più disastrose del problema. È il caso del dottor Keller e della Danimarca che fino agli anni '60 recluse sull'isola di Sprogø le donne "immorali". Sterilizzate non avrebbero tramesso i geni perversi ai figli, mentre migliaia furono violate e costrette ad abortire in quel che fu un campo di concentramento. 


Danimarca, "severità" contro i ghetti islamici
IMMIGRAZIONE

Danimarca, "severità" contro i ghetti islamici

Con un pacchetto di incentivi e sanzioni, la Danimarca mira a eliminare completamente le "no go zones", i ghetti di immigrati islamici, che ormai sono corpi estranei nelle città. Entro il 2030, gli immigrati dovranno integrarsi nella società danese, con le buone o con le cattive se necessario. La parola d'ordine è "severità", anche a sinistra.


Basta dire donna incinta, ne va dei diritti umani
PROPOSTA CHOC ALL'ONU

Basta dire donna incinta, ne va dei diritti umani

Gli stati lavorano alla bozza per la revisione dell'articolo 6 del patto sui diritti civili e politici che tratta del diritto alla vita. Danimarca e Regno Unito hanno proposto di togliere l'espressione donna incinta per non discriminare i transgender.