Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Ranieri a cura di Ermes Dovico

Agiografia

Sant'Aniano, il calzolaio guarito e convertito da San Marco
agiografia

Sant'Aniano, il calzolaio guarito e convertito da San Marco

Entrambi ricordati dalla liturgia il 25 aprile, entrambi ressero la Chiesa di Alessandria. Tutto nacque da un incontro casuale tra l'evangelista e l'artigiano che portò l'allievo a seguire il maestro in vita e in morte. Fino a Venezia.


San Benedetto Giuseppe Labre, il "vagabondo di Dio"
memoria liturgica

San Benedetto Giuseppe Labre, il "vagabondo di Dio"

Pellegrino a vita, laico, senza dimora: il santo mendicante si fermava solo per adorare Gesù eucaristia e il suo pellegrinaggio si concluse nella Città Eterna.


Santa Gemma Galgani, la bellezza sublime della verginità
memoria liturgica

Santa Gemma Galgani, la bellezza sublime della verginità

Il martirologio ricorda la mistica lucchese come "vergine", nel corpo ma soprattutto nel cuore: una dimensione che ne racchiude i tratti salienti della personalità e della spiritualità, così come il suo nome: Gemma, che evoca la purezza, la semplicità e la sublimità della sua vita. 


Santa Luisa de Marillac: la luce di Pentecoste
AGIOGRAFIA

Santa Luisa de Marillac: la luce di Pentecoste

La santa francese, che insieme a Vincenzo de' Paoli fonderà le Figlie della Carità, è destinataria di una particolare grazia che la conduce al completo abbandono allo Spirito del Signore. La sua relazione con la Terza Persona della Trinità è intima e concreta, ma tutt'altro che privata, poiché coinvolge l'intera Chiesa.


A quale santo votarsi quando la terra trema
devozioni antisismiche

A quale santo votarsi quando la terra trema

Nell'agiografia e nella liturgia, dalle Rogazioni ai patroni invocati in caso di terremoto, la tradizione della Chiesa ha sempre invocato il Cielo di fronte alle calamità naturali. I nostri antenati erano creduloni o superstiziosi? Forse erano semplicemente consapevoli che non siamo onnipotenti.


Agnese Grazi, la “pura discepola” di san Paolo della Croce
SANTITÀ

Agnese Grazi, la “pura discepola” di san Paolo della Croce

La vita della nobile Agnese cambia grazie all’incontro con il fondatore dei Passionisti che trova nell’intera famiglia Grazi un sostegno prezioso per l’ordine nascente. L’epistolario tra i due testimonia un’amicizia che nasce e conduce nell’Amore di Dio, con «il cuore sempre rivolto al Paradiso».


Due amici in Paradiso: san Vincenzo de' Paoli e santa Luisa de Marillac
EPISTOLARIO

Due amici in Paradiso: san Vincenzo de' Paoli e santa Luisa de Marillac

Totalmente dediti ai poveri quanto più immersi in Dio. Dalle lettere tra san Vincenzo de’ Paoli e santa Luisa de Marillac traspare un’amicizia divina e al contempo pienamente umana, radicata in Gesù Eucaristia. Così stretta che i due morirono a soli sei mesi di distanza, per continuare il loro dialogo in Cielo.


Il collare di San Vicinio, segno della luce che vince le tenebre
LA RELIQUIA

Il collare di San Vicinio, segno della luce che vince le tenebre

A Sarsina, nel Cesenate, ogni 28 agosto si celebra il santo vescovo a cui il demonio stesso ammise di dover cedere. Ai pellegrini viene imposto il collare che il santo usava fare penitenza in segno di devozione e liberazione. Tradizione, storia e leggende legate al culto di san Vicinio, nel corso dei secoli, testimoniano che il maligno non prevarrà.


Domenico, un richiamo per la Chiesa “di fronte” al mondo
IL SANTO

Domenico, un richiamo per la Chiesa “di fronte” al mondo

Le fonti storiche ci restituiscono un quadro ben distante dall’immaginario creato dalla formula “A tavola con san Domenico” usata per il giubileo del 2021. I suoi pasti erano molto sobri, silenziosi. Spesso si addormentava a mensa a causa delle veglie in preghiera. Il fondatore dei Frati predicatori era pieno di compassione per gli uomini ingannati dall’errore, denunciava l’opera del demonio, piangeva per i peccati altrui.


Quando non sai a che santo votarti
IL LIBRO

Quando non sai a che santo votarti

"Il Grande libro dei santi protettori" del nostro Rino Cammilleri è un’opera poderosa ricca di aneddoti, miracoli, gesti concreti di carità attuati proprio per l’intercessione di quanti «hanno preso sul serio le parole di Cristo». Un libro nel segno di una verità di fede, la comunione dei santi, spesso sottovalutata dagli stessi fedeli. Insomma «qualunque mestiere facciate, qualsiasi problema abbiate, esiste il Santo a cui rivolgervi».