Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Santa Macrina la Giovane a cura di Ermes Dovico
SCHEGGE DI VANGELO

L’alternativa alle processioni

Chi disprezza voi disprezza me (Lc 10,16)

Schegge di vangelo 06_10_2023

In quel tempo, Gesù disse: «Guai a te, Corazìn, guai a te, Betsàida! Perché, se a Tiro e a Sidòne fossero avvenuti i prodigi che avvennero in mezzo a voi, già da tempo, vestite di sacco e cosparse di cenere, si sarebbero convertite. Ebbene, nel giudizio, Tiro e Sidòne saranno trattate meno duramente di voi. E tu, Cafàrnao, sarai forse innalzata fino al cielo? Fino agli inferi precipiterai! Chi ascolta voi ascolta me, chi disprezza voi disprezza me. E chi disprezza me, disprezza colui che mi ha mandato». (Lc 10,13-16)

Allontanarsi dalla Chiesa e dai sacramenti è molto pericoloso perché, dopo un’apparente neutra indifferenza, subentrerà l’avversione a Dio. Quello che vediamo oggi in molte nostre città - abusi e violenze di ogni genere - è proprio la conseguenza di tale avversione. Prima, nei paesi e nelle campagne, erano frequenti le processioni, le benedizioni, le feste tradizionali legate ai santi. Oggi queste manifestazioni della fede sono molto meno sentite dal popolo e al posto delle processioni sfilano i gay pride. Purtroppo, la punizione sarà molto dura.