• CASALI DEL MANCO

In festa per Giovanni Paolo II, un santo patrono d’eccezione

Il giovanissimo comune calabrese di Casali del Manco, istituito nel 2017, è tra i primi in Italia ad aver scelto Giovanni Paolo II come proprio santo patrono. Per la memoria liturgica del grande Papa polacco, che ricorre il 22 ottobre, sono in programma una Messa solenne e delle iniziative per diffondere la grande eredità spirituale e culturale di Wojtyla.
- AREOPAGO E GOLGOTA, LE ORIGINI CHE L'UE HA RINNEGATO, di S. Grygiel

Il 22 ottobre la Chiesa celebra la memoria liturgica di san Giovanni Paolo II. Nel mondo ci sono già tante chiese dedicate a questo santo pontefice. E in Italia c’è un comune che di recente, affiancandosi a qualche altro comune italiano (il primo, nel 2014, è stato Trecastelli, in provincia di Ancona), ha scelto Giovanni Paolo II come suo patrono. Si tratta di Casali del Manco, giovanissimo comune nato il 5 maggio 2017 mediante la fusione dei comuni di Spezzano Piccolo, Casole Bruzio, Pedace, Serra Pedace e Trenta. È uno dei comuni più grandi della Calabria, esteso per 169 chilometri quadrati, che confina con la città di Cosenza e si trova nel Parco Nazionale della Sila. Conta circa 10 mila abitanti.

Con la nascita del nuovo comune le autorità locali dovevano preparare un nuovo statuto, un nuovo stemma e gonfalone. Si è pensato di scegliere anche un santo patrono per questa nuova comunità allargata: si sono riuniti nove sacerdoti presenti sul territorio comunale, tra cui i parroci di Casali del Manco: mons. Giovanni Citrigno, vicario generale (parrocchia Sant’Agostino - Morelli), don Antonio Riccio (parrocchia Santa Maria Assunta - Spezzano Piccolo), don Francesco Guagliani (parrocchia Santa Marina - Casole Bruzio), don Francesco Castiglione (parrocchia Santi Pietro e Paolo - Pedace) e don Francesco Iaquinta (parrocchia San Donato - Serra Pedace), più il parroco di Lorica e di Silvana Mansio. All’unanimità hanno scelto come protettore un santo pontefice, appunto Giovanni Paolo II, comunicando la loro decisione allo stesso comune. Il Consiglio comunale, anch’esso all’unanimità, per acclamazione, l’11 settembre 2020, ha deciso di confermare la scelta fatta dai sacerdoti. Questa scelta è stata accolta con grande gioia anche dalla comunità civile. Da quel giorno il nuovo santo protettore della nostra nuova comunità è san Giovanni Paolo II e il 22 ottobre è festivo sul territorio comunale: quel giorno le scuole e gli uffici del comune restano chiusi.

Domani, venerdì 22 ottobre 2021, Casali del Manco celebrerà per la seconda volta - la prima in modo solenne - la festa del nuovo santo patrono: alle ore 21, nel Palazzetto dello Sport di Casole Bruzio ci sarà una solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta dall’arcivescovo metropolita di Cosenza-Bisignano, mons. Francescantonio Nolè, alla presenza delle autorità civili e militari locali. Nei testi per la Messa viene riportato il testo dell’omelia della Messa per l’inizio del pontificato di Giovanni Paolo II, con il suo grido: “Non abbiate paura! Aprite, anzi spalancate le porte a Cristo!”.

Per il giorno successivo, sabato 23 ottobre, le comunità parrocchiali organizzano anche un convegno intitolato “San Giovanni Paolo II, architetto dell’unità” di cui sarà relatore don Andrea Dobrzynski del Centro di Documentazione e Studio del Pontificato di Giovanni Paolo II a Roma. Ci saranno anche delle testimonianze di chi ha partecipato alle Giornate mondiali della Gioventù con papa Wojtyla. L’incontro sarà moderato dalla giornalista Zaira Sorrenti. Le manifestazioni legate alla festa di san Giovanni Paolo II sono patrocinate dall’Amministrazione di Casali del Manco.

Dona Ora