Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Guglielmo da Vercelli a cura di Ermes Dovico
SCHEGGE DI VANGELO

Senza falsità

Come mi conosci? (Gv 1,48)

Schegge di vangelo 24_08_2023 English Español

In quel tempo, Filippo trovò Natanaèle e gli disse: «Abbiamo trovato colui del quale hanno scritto Mosè, nella Legge, e i Profeti: Gesù, il figlio di Giuseppe, di Nàzaret». Natanaèle gli disse: «Da Nàzaret può venire qualcosa di buono?». Filippo gli rispose: «Vieni e vedi». Gesù intanto, visto Natanaèle che gli veniva incontro, disse di lui: «Ecco davvero un Israelita in cui non c’è falsità». Natanaèle gli domandò: «Come mi conosci?». Gli rispose Gesù: «Prima che Filippo ti chiamasse, io ti ho visto quando eri sotto l’albero di fichi». Gli replicò Natanaèle: «Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d’Israele!». Gli rispose Gesù: «Perché ti ho detto che ti avevo visto sotto l’albero di fichi, tu credi? Vedrai cose più grandi di queste!». Poi gli disse: «In verità, in verità io vi dico: vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell’uomo». (Gv 1,45-51)

Gesù soltanto poteva conoscere il segreto custodito nel cuore di Natanaèle, un cuore che in quel momento si trovava in una situazione di sfiducia e di scoraggiamento. Cosa puoi fare se anche tu, come Natanaèle, stai attraversando una situazione di fallimento sul piano personale o familiare? Provare a fidarti di Gesù è la cosa più saggia da fare. A quel punto, se avrai l’onestà di riconoscere Gesù come il Figlio di Dio, vedrai cose ben più grandi!