Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Guglielmo da Vercelli a cura di Ermes Dovico
Cristiani Perseguitati
a cura di Anna Bono
Africa

Rapiti in Nigeria altri due sacerdoti

Stavano rientrando di notte in parrocchia dopo una visita a un altro sacerdote quando la loro auto è stata fermata e sono stati sequestrati

 

Continuano in Nigeria i sequestri di sacerdoti cattolici a scopo di estorsione. Nella notte del 30 aprile nello stato meridionale del Delta sono stati rapiti padre Chochos Kunav e padre Ralph Ogigba. Padre Kunav appartiene alla congregazione dell’Istituto Secolare dei Padri di Schoenstatt e fa parte della diocesi di Ibadan. Padre Ogigba è il parroco della chiesa di San Francesco di Agbara Otor della diocesi di Warri. Stavano rientrando nella parrocchia di padre Ogigba dopo aver fatto visita a un sacerdote di una parrocchia vicina quando, all’altezza della Michael and Cecilia Ibru University, degli uomini hanno fermato la loro auto e li hanno sequestrati. Le autorità religiose in un comunicato chiedono preghiere affinché i due sacerdoti vengano presto restituiti alle rispettive comunità sani e salvi. I fedeli delle due diocesi hanno diffuso un appello in cui auspicano la loro liberazione senza condizioni, vale a dire senza il pagamento di un riscatto. La polizia assicura che sono stati intensificati gli sforzi per individuare i colpevoli e liberare i sacerdoti rapiti. Ancora non si ha notizia che i rapitori abbiano preso contatto con le famiglie delle vittime o abbiano chiesto un riscatto. La sera del 15 aprile era stato rapito un altro sacerdote, padre Michael Ifeanyi Adomugha, parroco della chiesa di San Paolo a Okigwe della diocesi di Okigwe, nello stato sud orientale di Imo. Nove giorni dopo è stato liberato. Non è stato detto se per il suo rilascio sia stato pagato un riscatto.